• sabato 15 dicembre 2018

    20181123 - Tiramisù in degustazione

    Presentata Mig, Tiramisù prossimo gusto d’Europa

    20181123 - Tiramisù in degustazione

    MESTRE (VE) – La 59^ edizione della MIG, la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale, in programma nel quartiere di Longarone Fiere da domenica 2 a mercoledì 5 dicembre, è stata presentata oggi nella sede della CGIA di Mestre dove è stato possibile sottolineare l’importanza di questo evento che abbraccia a 360 gradi un settore sviluppatosi straordinariamente in Veneto per poi espandersi in ogni angolo del mondo: “una volta nella riviera romagnola per andare in gelateria si diceva andiamo alla veneta” ricorda il Presidente onorario della MIG, Fausto Bortolot.

    Per Gian Angelo Bellati, alla sua prima conferenza stampa da neo presidente di Longarone Fiere “la mostra del gelato è importantissima, perché oltre a far conoscere a livello nazionale e internazionale la Fiera di Longarone, ricorda che è una fiera di settore, molto particolare: la fiera delle Dolomiti, estremamente specialistica e del territorio. Una specialità questa che deve essere riconosciuta, mantenuta, e valorizzata sempre di più”. Inoltre, nel ringraziare la CGIA di Mestre per l’ospitalità e anticipando collaborazioni future, ci tiene a sottolineare come i numeri, a lei tanto cari, ci possano permettere di costruire strategie per il futuro: “questa edizione conta 202 marchi in esposizione, con oltre 15% provenienti da Paesi esteri, e tra i migliori produttori di attrezzature e macchinari, materie prime e semilavorati, ma anche arredamenti di interni e esterni. Proprio tutto quindi per il fantastico settore delle gelaterie”.

    Mentre Dario Olivier, presidente di Uniteis e.V, l’Unione dei gelatieri italiani in Germania vuole sottolineare come “siamo riusciti negli anni a rappresentare il Mestiere di gelatiere in terra tedesca, tanto da esserne i referenti presso le Istituzioni. La nostra ultima uscita pubblica ci ha visti ospiti tra l’altro del Presidente della Repubblica Tedesca, che ha voluto alla sua festa, per gli oltre venti mila partecipanti, il nostro gelato. L’Unione conta circa mille associati per circa 2000 punti vendita in tutto il territorio tedesco: dalle grandi città ai piccoli paesi si può trovare una gelateria italiana e i nomi più diffusi sono Venezia, Firenze, Roma Capri, Dolomiti, Tre Cime, Cortina, risultando così da sempre ambasciatori dell’italianità in Germania. Quest’anno la MIG – la fiera che proprio questi gelatieri hanno voluto nel 1959 – ospiterà anche il Longarone Eis Challenge, ossia la selezione del gelatiere operante in Germania che farà parte della squadra tedesca nella IX Coppa del Mondo della Gelateria nel 2020”.

    Anche Filippo Bano, Presidente di Artglace – la Confederazione delle Associazioni dei gelatieri europei , ha voluto ribadire che “Longarone rappresenta in Italia, e in Europa, la storia del gelato artigianale. Per noi rappresenta il salotto buono del gelato artigianale, una fiera a cui teniamo veramente molto. Quest’anno alla MIG ci presentiamo con un programma intenso, a partire da domenica 2 dicembre con la Gelato Tiramisù Italian Cup, dove tra i migliori gelatieri d’Italia si sfideranno in un concorso che decreterà la ricetta ufficiale di Artglace per il 2019: sarà il gelato al tiramisù il gusto per il 24 marzo prossimo – Giornata Europea del Gelato Artigianale. Inoltre durante tutte le giornate della fiera, faremo una rassegna dei vari Gusti rappresentativi dei Paesi europei che potranno essere degustati e valutati direttamente dai visitatori”.

    Grande solidarietà da parte di Giorgio Venudo, Consigliere nazionale dolciari con delega ai gelatieri di Confartigianato, che ha spiegato come “abbiamo scelto la 59. Mostra Internazionale del Gelato Artigianale quale sede del prossimo Consiglio nazionale dei Dolciari di martedì 4 dicembre, alle 11.30. Un Consiglio fortemente voluto da me proprio a Longarone, Patria del gelato e dei gelatieri, per essere vicini al mondo del gelato artigianale, ai nostri associati e alla gente del posto all’indomani della tragica catastrofe che li ha colpiti. Mentre nel pomeriggio terremo un altro nostro appuntamento, questa volta aperto a tutti, relativo alla legge europea sull’etichettatura e gli allergeni, e più nello specifico sul progetto di Confartigianato Alimentare Primo Label: un sistema innovativo per la realizzazione dell’etichettatura e del libro ingredienti comprensivo dei valori nutrizionali, che si dimostrerà un valido aiuto per i nostri associati evitando possibili sanzioni. Relatore alle 14.30 nell’Area Incontri della MIG, il nostro consulente l’ing. Alfredo Croci”.

    Dispiaciuto per l’assenza per motivi istituzionali invece il Presidente della Provincia di Belluno e Sindaco di Longarone, Roberto Padrin ha fatto sapere che “la MIG è il primo grande evento internazionale in provincia dopo i fatti drammatici dovuti alla calamità naturale che ha colpito il bellunese. Quindi è duplice la valenza dell’incontro a Longarone, sicuramente economico come sempre, ma anche di più: l’arrivo delle aziende e degli operatori del mondo del gelato assumerà un valore simbolico di vicinanza e solidarietà alla gente e al territorio. Già siamo pronti per ospitarli, dalla viabilità alle strutture ricettive fino agli impianti sciistici per chi vorrà farne anche un’occasione di vacanza. A dimostrazione della capacità dei bellunesi e di questa popolazione nel saper reagire sempre con forza, coraggio e ottimismo”.

    Infine, alla domanda “dove ha intenzione di andare la Fiera di Longarone?”, il Presidente Bellati ha voluto rispondere che “innanzi tutto non sarà certo un veneziano a firmare un atto per trasferire questa fiera, ciò non toglie che non ci possano essere delle collaborazioni. Abbiamo vicino delle fiere concorrenti, piuttosto che complementari, con le quali è ovvio che dialogheremo, ma solo se porterà un beneficio. Per un fatto anche culturale non si può privare un territorio, che nelle intenzioni si vuole più autonomo, di una responsabilità quale la fiera rappresenta. Sicuramente lo ribadirà anche il Governatore Luca Zaia, già di grande sostegno nei momenti difficili appena vissuti nel bellunese, alla cerimonia del taglio del nastro che si terrà domenica 2 dicembre alle 11.00”.

    Pubblicato il 24 / 11 / 2018