• lunedì 20 novembre 2017

    pordenone

    Via Montereale, approvato progetto esecutivo nuova pista ciclabile

    pordenone

    PORDENONE – Semaforo verde dalla giunta comunale al progetto esecutivo per realizzare in via Montereale, tra la rotonda della Pontebbana e l’incrocio della Comina, una pista ciclopedonale a doppio senso, parallela alla strada, protetta e separata dalle auto da un doppio cordolo di cemento.

    L’opera, che verrà realizzata verso la fine della prossima primavera, metterà così in sicurezza ciclisti e pedoni e sostituirà le precedenti piste ciclabili ai due lati della strada delimitate solamente dalla segnaletica orizzontale.

    Proprio quel tratto di via Montereale, peraltro, è stato riasfaltato la scorsa estate e la ciclabile completerà dunque la sistemazione di una delle vie principali d’accesso alla città.

    La pista, lunga poco più di un chilometro, correrà sul lato destro della strada guardando verso la Comina. «Il tracciato rettilineo della strada – spiega il progetto – favorisce l’alta velocità con elevate percentuali di sinistri e quindi il progetto ha lo scopo di ridurre l’incidentalità e migliorare la sicurezza stradale dell’”utenza debole” come ciclisti e pedoni».

    La ciclopedonale sarà larga due metri e mezzo permettendo i sorpassi ai ciclisti che procedono a velocità diverse. Il percorso sarà regolamentato da cartelli che indicheranno l’inizio e la fine del percorso, e dalla segnaletica orizzontale con strisce bianche per delimitare corsie e carreggiata.

    La ciclabile verrà creata anche per congiungersi a quella esistente sull’altro tratto di via Montereale, verso l’ospedale civile, dando così continuità al percorso.

    Con la realizzazione della nuova pista «l’Amministrazione comunale – si legge nella delibera – prosegue il suo programma di sistemazione delle strade della città e di fluidificazione del traffico». L’intervento è inserito nella «Programmazione delle opere pubbliche per gli anni 2017/2019» ed è realizzato con un investimento di 98 mila euro. I fondi provengono dalle economie di spesa ottenute da altre opere stradali.

    Pubblicato il 11 / 11 / 2017