Casa Moderna, centro di gravità per l’abitare di oggi e domani

UDINE – Grande fermento alla Fiera di Udine dove ieri, 29 settembre, ha preso il via 65^ edizione di Casa Moderna. La portata di questa storica manifestazione, anche in termini di indotto sul territorio, si è vista fin dalle fasi frenetiche di allestimento per dare forma e sostanza a quella che è la fiera più importante del Nordest nel comparto casa-arredo-design. Le ripercussioni di Casa Moderna si misureranno anche nei mesi successivi alla manifestazione, quando nelle aziende e nei negozi degli espositori si concretizzeranno i contatti presi in Fiera.

Lo sanno gli oltre 250 espositori che vi prendono parte e che rappresentano più di 500 marchi fra i più prestigiosi del settore. Lo sanno anche le migliaia di visitatori che attendono questo evento per fare scelte e acquisti importanti, per conoscere le tendenze avanguardistiche e sperimentali del design, per toccare con mano produzioni di qualità, soluzioni innovative, nuovi materiali, ma anche nuovi modi di concepire e riutilizzare materiali tradizionali come il legno.

Platea importante per la cerimonia inaugurale di quella che senza dubbio è la manifestazione cardine del palinsesto fieristico regionale. Ad evidenziarlo sono intervenuti il Presidente Udine e Gorizia Fiere Luciano Snidar, il Sindaco di Martignacco Gianluca Casali, il Sindaco di Udine Pietro Fontanini, l’ Amministratore Delegato di Hera Spa Stefano Venier, il Presidente Banca di Udine Lorenzo Sirch, il Presidente della Camera di Commercio di Udine Giovanni Da Pozzo, l’Assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Bini e il Vice Presidente della Giunta regionale Riccardo Riccardi.

Casa Moderna è un evento importante a cui garantire un futuro, per la capacità di rinnovarsi che ha sempre dimostrato e di rappresentare addirittura un quinto delle attività produttive regionali, con circa 20 mila imprese di tanti settori che ruotano all’interno del sistema-casa.

Ma è anche una fiera che deve guardare al futuro con il coraggio di cambiare, in un momento particolarmente difficile per il sistema fieristico nazionale e internazionale come hanno ricordato sia Snidar che il Presidente dell’Ente Camerale (socio di maggioranza della SpA fieristica) evidenziando che “uno dei compiti che la governance dovrà affrontare con i suoi soci sarà ridisegnarne il ruolo in linea con i tempi e il cambiamento veloce che questi anni richiedono”. Tra le priorità, “innanzitutto il completamento dei lavori di riammodernamento della struttura e la ridefinizione, insieme a tutti i soci, di un percorso non solo legato strettamente al mondo fiere, ma molto più aperto, anche a tante attività di servizio e sfruttando una location e una posizione indubbiamente interessanti. Ci sono idee e progetti importanti, bisogna avere coraggio di cambiare”.

Saturando le aree espositive del quartiere fieristico, CASA MODERNA si sviluppa nei seguenti macro settori:

• Arredamento
• Arredo bagno
• Complementi d’arredo e oggettistica
• Cucine
• Arte e Design
• Edilizia
• Illuminazione
• Impiantistica
• Bioedilizia, bioarchitettura, risparmio energetico (padiglione 8 di Casa Biologica)
• Sistemi di sicurezza e videosorveglianza, antifurti e antincendio, antiinfortunistica, automatismi per cancelli e porte, casse forti compagnie assicurative, recinzioni, ringhiere, serramenti, impianti domotici (padiglione 7 di Casa Sicura)
• Istituzioni, categorie economiche e professionali
• Pavimenti
• Piscine e saune
• Tappeti, tendaggi e biancheria per la casa
• Scale
• Serramenti
• Servizi di consulenza e di fornitura
• Stufe e caminetti
• Arredo giardino, arredo urbano
• Fiori e piante
• Enogastronomia

Anche quest’anno una sostenuta azione promozionale, diversificata su vari target, facilita l’afflusso di pubblico per incrementare i contatti tra espositori e visitatori: si è pensato innanzitutto alle famiglie, alle quali sono riservati speciali vantaggi e scontistiche, ai giovani under 35 che potranno visitare gratuitamente la fiera nella giornata di martedì 2 ottobre.

Nel ventaglio delle promozioni, oltre all’ingresso ridotto per le serate dei giorni feriali, per gli studenti universitari e per gli over 65, rientra da quest’anno una nuova iniziativa rivolta agli architetti, ingegneri, geometri e periti industriali appartenenti agli Ordini e Collegi del Friuli Venezia Giulia per visitare gratuitamente Casa Moderna durante i giorni feriali.

In questi ultimi anni sono stati concentrati investimenti in comunicazione e co-marketing per fare di Casa Moderna non solo la manifestazione fieristica più attesa del territorio, ma anche il fulcro di connessione fra Fiera – Aziende e Pubblico con iniziative che si sono concretizzate in due brand extension:

• il nuovo sito dedicato www.casamoderna.it, con una veste grafica più impattante e con una specifica sezione “La casa in rete” che offre alle le aziende espositrici e alle realtà che operano nel settore casa-arredo visibilità tutto l’anno, restando in continuo contatto con il pubblico della Fiera, con le migliaia di visitatori profilati e con quanti sono alle ricerca di informazioni aggiornate, soluzioni e servizi sul mondo della casa e dell’abitare. Entrare a far parte della Casa in rete significa essere inseriti in un contesto capace di prolungare, ottimizzare e incrementare gli esiti e i contatti costruiti durante l’evento fieristico.

• l’ Open Design Week che tornerà per la terza edizione nella primavera del 2019 per promuovere i migliori negozi dedicati all’arredo casa e design della Regione. Questa iniziativa consente a Casa Moderna di valorizzare anche all’esterno le aziende che espongono annualmente in Fiera, dando loro promozione, supporto, visibilità e garanzia agli occhi dei visitatori grazie a una serie di iniziative ed eventi autogestiti.

Con una fidelizzazione degli espositori che raggiunge l’80%, Casa Moderna fa toccare con mano a migliaia di visitatori da e fuori regione le migliori espressioni del comparto casa-arredo-design.
Il Friuli vanta una consolidata esperienza sulla casa e una forte tradizione sull’abitare fatta di qualità, di conoscenza, di innovazione e di valori che vanno oltre gli aspetti commerciali e di vendita. E in questo senso è molto significativo il ritorno in Fiera di marchi storici come Snaidero che propone la cucina come uno spazio su misura, dedicato alla scoperta delle ultime novità, dai materiali alla tecnologia… un must per appassionati di design e arredamento, ma anche un happening con lo showcooking di Max Mariola, Chef del Gambero Rosso (5 ottobre, ore 18.00, padiglione 6).

Si rinnova la collaborazione tra la Filiera del Legno F.V.G., Innova F.V.G. e la Regione Friuli Venezia Giulia. All’interno dello stand al padiglione 8 trovano spazio anche nuove realtà aziendali e Enti territoriali che saranno in grado di ampliare il cammino di sinergia già iniziato negli anni passati, per la valorizzazione della risorsa legno sul territorio. Si parlerà di innovazione, arredo su misura, interior design, sistemi abitativi e domotica e di certificazione PEFC per contribuire a rinnovare l’offerta per la creazione di un sistema del legno completo che spazi dal bosco alla casa, alla tracciabilità della materia prima secondo rigidi standard di certificazione.

Diversi gli appuntamenti in calendario che si svilupperanno come workshop per dare vita a un ricco programma di informazione che coinvolge il territorio regionale spaziando su più fronti nel settore. La collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Udine poi, completa il quadro offrendo la possibilità quindi di creare rete e sinergia anche con i migliori professionisti del territorio.

La Camera di Commercio di Udine è da sempre al fianco di Casa Moderna, fiore all’occhiello dell’attività fieristica e capace ogni anno di arricchirsi di proposte innovative, con uno sguardo rivolto al futuro e aperto a un contesto internazionale. Per quanto riguarda i dati dell’articolato comparto casa, le elaborazioni del Centro Studi della Cciaa udinese evidenziano che a oggi in Fvg ci sono 19.133 localizzazioni attive (sedi d’impresa+unità locali).

L’andamento è molto differenziato nelle diverse categorie che compongono il sistema-casa: dal 2009 a oggi il numero di localizzazioni complessive è leggermente diminuito (erano 20.653 nel 2009) e il comparto edile, come sappiamo, è quello che, purtroppo, ha subito pesanti perdite in questi anni di crisi. Nonostante ciò, i dati della Camera registrano segni di crescita in alcuni particolari sotto settori: tra questi, le imprese specializzate nell’installazione di impianti di condizionamento/riscaldamento (crescono del +1,5% dallo scorso anno e +23% dal 2009), di posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili (crescono del 7,7% dallo scorso anno, ma passano addirittura da 148 a 547 negli ultimi 9 anni), quelle che si occupano di lavori di finitura (da 137 a 442 in 9 anni, con un + 9,4% solo nell’ultimo anno).

Nell’ultimo anno crescono anche le imprese che si occupano di vendita al dettaglio di mobili (4,6%), così come crescono, anche se sono numericamente meno consistenti, le aziende specializzate nella vendita di prodotti di illuminazione, biancheria per la casa, sistemi di sicurezza e altri di commercio di prodotti per la casa, nonché i servizi di riparazioni rapide.

Casa Moderna è anche specializzazione nel Salone Casa Sicura, allestito al padiglione 7 con Italpol come security partner, per dar spazio a tutto quello che concerne la sicurezza in casa, nell’ambiente famigliare, nelle abitudini e nella quotidianità di chi la abita. La sicurezza è infatti ritenuta di fondamentale importanza per le famiglie, sempre più propense a dotarsi di sistemi di monitoraggio e di automatismi per sentirsi protetti e sereni o di apparecchiature che si connettono con servizi di assistenza e sorveglianza.

Bioedilizia e costruzioni ecosostenibili sono economie emergenti e rappresentano una richiesta che cresce di anno in anno: studi di settore stimano che il 60% dei progetti è orientato alla sostenibilità. A indirizzare verso la bioedilizia sono le esigenze del cliente con una maggiore consapevolezza dei benefici economici, le motivazioni socio-ambientali, le normative vigenti e le agevolazioni fiscali messe in atto anche nel nostro Paese. Casa Moderna intercetta e rappresenta da ben 18 anni queste tendenze esprimendole nel padiglione 8 di Casa Biologica.

Lo sponsor AMGA Energia & Servizi Hera Comm, la società di vendita di energia elettrica e gas naturale del Gruppo Hera in Friuli Venezia Giulia, presenta al padiglione 4 un nuovo modo di essere efficiente e risparmiare: soluzioni innovative rateizzabili in bolletta.
Si va dal kit di lampadine a basso consumo Hera LED, al termostato intelligente Hera Thermo, che può essere gestito anche da smartphone e consente di programmare l’accensione e lo spegnimento dell’impianto di riscaldamento in base alle temperature esterne e al livello di isolamento dell’abitazione, riducendo i consumi senza perdere comfort.

Non solo una novità, ma un altro elemento di qualità e di personalizzazione con cui Casa Moderna sa raccontare e far vivere la casa, è “Living Art”, uno spazio – percorso all’interno del padiglione 7 nato dalla collaborazione tra Fiera e On Art e dove progetto, funzione e bellezza trovano un equilibrio.

Una vetrina originale che dimostra come l’arte sa e può diventare parte integrante dell’abitare; uno spazio in cui convivono grafiche d’autore, proposte artistiche, e complementi d’arredo, con particolare attenzione alle nuove tendenze come le carte da parati di alto valore estetico e particolarissimi tubi di luce al neon in vetro soffiato, tradotti in oggetti ed elementi luminosi artistici di arredo e design.

Allestita al padiglione 6, la Mostra “Top Lèn” è un’esposizione di legnami provenienti da varie aree geografiche del mondo, dalle particolari figure e colori sotto varie forme: tavole, sezioni di tronco, oggetti d’autore. Durante Casa Moderna al pubblico verrà raccontato quanto esposto e l’importanza di conoscere questo affascinante materiale che è il legno. Gli oggetti e i materiali esposti provengono dalla Xyloteca Lignamundi di Gianni Cantarutti, Manzano.

Condividi