Fondazione Friuli, al via il Bando istruzione 2018

UDINE – Dopo il lancio del Bando Welfare, avvenuto lo scorso 17 gennaio, parte ora il secondo bando 2018 (il terzo sarà il Bando Restauro Beni Artistici previsto per il mese prossimo): il Bando Istruzione, anch’esso dotato di un budget di 600 mila euro grazie al contributo di Intesa Sanpaolo.

La presentazione è avvenuta oggi, 22 febbraio, nella sede della Regione di Via Sabbadini a Udine, alla presenza dell’Assessore al Lavoro, Formazione, Istruzione, Pari Opportunità, Politiche Giovanili, Ricerca e Università Loredana Panariti, del Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia Igor Giacomini, del Direttore Regionale Intesa Sanpaolo Veneto Friuli Venezia Giulia Trentino Alto Adige Renzo Simonato e del Presidente della Fondazione Friuli Giuseppe Morandini, a testimonianza della sinergia e delle intese trasversali raggiunte dai maggiori interlocutori pubblici e privati del territorio, per portare avanti e attuare delle progettualità che concorrano effettivamente alla crescita culturale, sociale ed economica della nostra Regione.

Il Bando Istruzione si rivolge a:
1. Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado statali del territorio;
2. Enti e Istituzioni con o senza personalità giuridica gestori di Istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado paritarie che non perseguano finalità di lucro, che svolgano attività coerenti con le finalità statutarie della Fondazione, che abbiano sede sul territorio in cui la Fondazione opera o su quello regionale.

Dopo cinque edizioni rivolte all’ampliamento dell’offerta formativa, quest’anno si è voluto circoscrivere l’obiettivo del bando favorendo e potenziando le competenze chiave e professionali richieste dal mercato del lavoro.

Il Bando Istruzione intende infatti promuovere:
– l’innovazione tecnologica mediante l’acquisto di attrezzature volte all’introduzione di modalità didattiche innovative e l’aggiornamento/acquisto di dotazione di laboratori;
– lo studio delle lingue straniere, con percorsi mirati al conseguimento delle relative certificazioni, comprese le esperienze svolte all’estero, anche di alternanza scuola-lavoro;
– progetti finalizzati a un efficace accompagnamento e avvicinamento al mondo del lavoro.

Le progettualità presentate potranno prevedere anche una sezione di specifica formazione dedicata agli insegnanti.

Ne dettaglio sono previste le seguenti tipologie di intervento:
a) realizzazione/riqualificazione, in chiave digitale, di uno o più laboratori per lo sviluppo delle competenze di base nelle scuole del secondo ciclo di istruzione (lingue, matematica, scienze, ecc.), per l’acquisizione di strumenti all’avanguardia;
b) realizzazione/riqualificazione, in chiave digitale, di uno o più laboratori professionalizzanti, per gli istituti tecnici e professionali e per i licei artistici, per l’acquisizione di strumentazioni all’avanguardia;
c) potenziamento dell’insegnamento delle lingue straniere, mediante corsi specifici in orario extracurricolare, che prevedano il rilascio di certificazioni linguistiche. In questo ambito sono consentite esperienze all’estero, anche di alternanza scuola lavoro;
d) iniziative innovative finalizzate a un efficace accompagnamento e avvicinamento dello studente al mondo del lavoro.
E’ consentito presentare esclusivamente una richiesta nell’ambito di una sola delle tipologie sopra indicate.
I progetti di cui alle lettere a) e b) dovranno concludersi entro 12 mesi dalla comunicazione di assegnazione, mentre quelli di cui alle lettere c) e d) dovranno concludersi entro il 31.8.2019.

Il testo integrale del bando e la modulistica sono disponibili sul sito www.fondazionefriuli.it. Per info è possibile contattare la Fondazione al numero 0432/415811.

La richiesta di contributo dovrà essere presentata esclusivamente compilando l’apposito modulo ROL presente sul sito della Fondazione Friuli e dovrà essere presentata improrogabilmente entro il 30 marzo 2018.

Condividi