Fondazione Friuli, alza i veli il bando “Istruzione 2020”

UDINE – È stato presentato il “Bando Istruzione 2020” promosso da Fondazione Friuli con il sostegno di Intesa Sanpaolo, il secondo del 2020 dopo quello “Welfare” e il prossimo, “Restauro”, che sarà presentato a marzo.

La presentazione è stata promossa a palazzo Antonini-Maseri, futura sede del Rettorato dell’Università, con la quale la Fondazione ha stretto da tempo un importante rapporto di collaborazione.
All’evento hanno partecipato l’assessore regionale a Lavoro e formazione, Alessia Rosolen, la dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Patrizia Pavatti, il magnifico rettore Roberto Pinton, il presidente della Fondazione Friuli Giuseppe Morandini e il direttore regionale Intesa Sanpaolo Veneto, Fvg e Trentino Alto Adige Renzo Simonato.

“Si tratta di una collaborazione – ha sottolineato Morandini – nell’interesse della comunità e dei giovani, che devono essere formati, avere la giusta cultura del rischio, chiari obiettivi ed essere consapevoli che quello che stiamo creando sia un ambiente favorevole in cui poter sviluppare il loro progetto di vita”.

Con la conferma degli obiettivi del 2019, il Bando Istruzione 2020 amplia il bacino d’utenza con l’inserimento degli istituti comprensivi accanto alle scuole superiori.

Oltre ai consueti ambiti di intervento, come la digitalizzazione dei laboratori e il potenziamento delle altre lingue straniere (inglese, tedesco e sloveno), si punta sull’avviamento allo sport e il potenziamento dell’attività motoria fisica e sportiva con il finanziamento di progetti che prevedono l’istituzione di laboratori interdisciplinari e la collaborazione tra scuole e associazioni sportive, per temi quali il benessere, l’alimentazione, i corretti stili di vita.

Il testo integrale del bando è disponibile sul sito www.fondazionefriuli.it: ogni istituto potrà presentare, entro il 31 marzo, due domande: una per la didattica digitale e le lingue e una per lo sport.

Condividi