Il rapporto di coppia prima e dopo il matrimonio: cosa cambia?

Il matrimonio è il sogno di tutte le coppie felici ed innamorate che desiderano coronare questo amore nel migliore dei modi. Prima del matrimonio si è abituati, per chi non convive, a vedere il proprio partner in modo assiduo, ma non a condividere la casa, il letto.

All’inizio della relazione tutto procede per il meglio: la passione è alle stelle, i messaggi pieni di frasi d’amore sono all’ordine del giorno e l’idea di essere lontani la si percepisce come un vero tuffo al cuore.

Quando termina l’idillio iniziale inizia la fase delicata dei contrasti.  Il lato più irrazionale e travolgente lascia pian piano il posto a quello più meticoloso; iniziano a rivelarsi i primi difetti, i primi fastidi, quei lati del carattere che se prima si reprimevano oppure non davano alcun problema, oggi sembrano montagne rocciose ed insormontabili. Problemi che, comunque, con un po’ di buona volontà e tanto dialogo si riescono a superare.

Quando si riescono a superare i momenti difficili la vita di coppia sembra andare alla grande. Questa fase profuma di convivenza, di acquisto casa, di frasi per promessa di matrimonio insomma, di progetti e di voglia di crescere insieme perché nonostante tutto, nonostante le crisi, le avversità, le differenze caratteriali, ci si è scelti reciprocamente non con la voglia di cambiarsi ma con l’idea di percorre un viaggio insieme chiamato vita.

È qui che le coppie decidono di sposarsi e quindi di fare il grande passo. Un passo importante e speciale dove ogni nuovo ostacolo va affrontato in funzione di una complicità molto grande e di una solidità di coppia conquistata a fatica. Simbiosi ed intesa vanno di pari passo ma non come nello stadio iniziale bensì uniti agli ingredienti di maturità e fiducia.

La vita matrimoniale, però, non è sempre molto semplice da affrontare. C’è da fare i conti con le interferenze delle famiglie di origine. Questa eventualità accade solitamente o perché se uno dei due membri non si è mai realmente svincolato dalla propria famiglia, oppure quando per via di particolari accadimenti la famiglia di origine interviene eccessivamente sulla coppia, creando loro disagio. Ma anche la diminuzione dell’attrazione sessuale è un motivo di crisi. Solitamente l’attività sessuale è strettamente connessa al benessere complessivo della coppia, pertanto questa componente (come anche quella della comunicazione) si può spesso considerare come una cartina tornasole.

I metodi per superare gli ostacoli in termini di intimità sono tanti. Il web è ricco di spunti, come ad esempio Pleasure Room, che danno ottime soluzioni per ravvivare il rapporto, anche da un punto di vista sessuale. Ovviamente bisogna condividere qualsiasi genere di idea ed intenzione col partner.

Le crisi coniugali sono all’ordine del giorno, ma non bisogna mai demordere se si vuole davvero continuare con il proprio partner. In fondo anche se si parla sempre più spesso di divorzi e separazioni, è bene sempre lottare per il proprio rapporto con la nostra dolce metà. In fondo se si è deciso di sposarla è altamente probabile che alla base di tutto c’era amore.

Condividi