“In Campo per Ripartire”, anche il calcio diventa solidale

BELLUNO – “In Campo per Ripartire”, questo il titolo della partita solidale a favore delle popolazioni colpite dal maltempo che vedrà oggi pomeriggio, 18 maggio, allo Stadio Polisportivo di Belluno la presenza delle Nazionali italiane di Calcio dei Cantanti, dei Sindaci e di Poste Italiane.

L’evento, organizzato dal Comitato Gocce di Sole Onlus, vedrà l’intero incasso devoluto al “Fondo Welfare e Identità Territoriale” della Provincia di Belluno per la ricostruzione post uragano Vaia.

Un’iniziativa fortemente voluta dal Presidente della Provincia di Belluno e Sindaco di Longarone, “bomber” anche della nazionale azzurra dei sindaci che ci tiene a sottolineare: “Quando ho proposto un evento che potesse sostenere le nostre popolazioni colpite dall’alluvione, la disponibilità della Nazionale Italiana Sindaci e della Nazionale Cantanti è stata immediata.

Sarà un’occasione di sport e di festa, come tutte quelle che vedono coinvolte queste due selezioni, alle quali questa volta si aggiunge anche la Nazionale Poste Italiane”.

Ed anche il mondo del gelato, da secoli vicino al nostro territorio, ha voluto dare il proprio contributo con una partecipazione solidale proposta dalla Mostra Internazionale del Gelato Artigianale e dal Centro Studi del Gelato Artigianale di Martino Liuzzi.

Proprio Longarone Fiere Dolomiti è tra le purtroppo tante realtà fortemente colpite dalla tempesta Vaia e per il Presidente di Longarone Fiere, Gian Angelo Bellati, infatti “non può che essere immediata e spontanea la collaborazione ad eventi come questo. Chi ha vissuto direttamente sulla propria pelle quelle giornate terribili sa quanto siano stati di aiuto la solidarietà e l’intervento dei molti volontari e addetti”.

Grazie quindi all’adesione delle Gelaterie del Territorio, degli Accademici Italiani Gelatieri Artigiani e del G.A.T. – Associazione Gelatieri Artigiani del Triveneto, domani allo Stadio sarà distribuito ai bambini il gelato e a tutti i visitatori sarà donato un buono, per una degustazione gratuita, valido fino al 30 di giugno potendone usufruire in tutte le gelaterie del Veneto delle tre Associazioni di gelatieri che hanno aderito all’invito di “Rendiamo più dolce lo sforzo della rinascita!”.

Condividi