Libreria Vaticana a Pordenone, 54 relatori per 12 incontri

PORDENONE – Emarginati, immigrati, carcerati, malati poveri senza cure:  questi i temi principali della nona edizione de “La Libreria Editrice Vaticana a Pordenone. Ascoltare, leggere, crescere”, in programma a ottobre.

Un percorso scandito dalle pubblicazioni della LEV, che ribadisce l’importanza e il valore della dignità umana e l’obbligo della solidarietà verso il prossimo.

“Di fronte all’uomo che soffre e che si trova in difficoltà – osserva il direttore della LEV, il salesiano don Giuseppe Costa – noi cristiani, sia a livello personale e soprattutto istituzionale, dobbiamo riscoprire la figura del Cireneo e offrire un aiuto solidale e reale ai nostri fratelli più fragili”.

“Sarà proprio questo – continua – lo spirito che animerà quest’anno gli incontri di Pordenone, che si svolgeranno alla vigilia del Giubileo straordinario dedicato da papa Francesco alla misericordia”.

In 12 incontri si confronteranno 54 relatori “del calibro – anticipa don Costa – del cardinale Gianfranco Ravasi sulla Bibbia, del presidente emerito della Consulta Giovanni Maria Flick sulla virtù civica della dignità come misura, della leader della Cisl Annamaria Furlan, sulla democrazia e la centralità dei cittadini”.

“Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, parlerà invece dell’educazione salesiana in occasione del bicentenario della nascita di don Bosco, mentre don Gino Rigoldi, della Comunità Nuova, si soffermerà sulla sua esperienza a contatto con i carcerati”.

La povertà sanitaria, che affligge in questo periodo anche la nostra società, sarà affrontata in un dibattito su “Una Sanità solidale: la sanità pubblica e privata nel rispetto della persona” al quale parteciperà, tra gli altri, mons. Jean-Marie Mupendawatu, segretario del Pontificio Consiglio per gli Operatoti Sanitari.

Il via alla rassegna sarà dato martedì 6 ottobre da un’anteprima in programma a Venezia e dedicata all’ultima Enciclica di Papa Francesco, “Laudato si'”. In questa occasione, presso il Padiglione Aquae 2015 – Expo di Marghera, dopo il saluto del sindaco di Venezia, dott. Luigi Brugnaro, si confronteranno sul documento pontificio il Patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, il Rettore della Pontificia Università Lateranense, mons. Enrico Dal Covolo e l’architetto Paolo Portoghesi.

Seguirà il 17 ottobre a Sacile, in una fattoria agricola della campagna friulana, una seconda anteprima dedicata a “Il cibo è per tutti: agricoltura, nuovo modello di sviluppo e valori sociali della chiesa”.

Si entrerà nel vivo dei dibattiti per ben quatto giorni, lunedì 26 ottobre nella città di Pordenone. “Prima però, sabato 24 ottobre, a Concordia Sagittaria – precisa il presidente dell’Associazione Eventi Euro ’92, Sandro Sandrin, che in collaborazione con la LEV organizza e promuove la rassegna editoriale – si svolgerà un incontro dedicato all’arte paleocristiana e, in particolare, alle antiche diocesi di Aquileia e Concordia”.

La rassegna sarà presentata il 6 ottobre 2015 alle ore 12, a Mestre in una conferenza stampa presso NH Palace Laguna, viale Ancona 2.

Condividi