Longarone, presentata la 18^ Caccia, Pesca e Natura

LONGARONE (BL) – Ricco programma anche per questa 18a edizione di Caccia Pesca e Natura. Già da venerdì 13 aprile – la fiera apre alle 14.30 e per tutto il pomeriggio, fino alla chiusura delle 19.00, ci saranno:
– Possibilità di tiro libero con la fionda grazie alla collaborazione con l’Associazione Cecchini del Cansiglio, possibilità che continuerà anche sabato, mentre domenica per tutta la giornata ci sarà la gara di tiro con le due categorie, adulti e giovani.
– E prove di tiro al bersaglio con carabina ad aria compressa – con ben 5 linee di tiro attive grazie all’Associazione Sportiva Cacciatori Bellunesi della Val Piave. Anche qui il poligono sarà attivo per tutta la manifestazione.

Inoltre alle 15.00 ci sarà l’inaugurazione della Mostra dei Trofei e della XXIII Festa del Cacciatore – ad approfondire l’intervento poi di Raffaele Riposi, Coordinatore della XXIII Festa del Cacciatore per i Distretti venatori.

Venerdì apre anche uno degli eventi in assoluto più importanti della fiera, il 16° Concorso Nazionale di Tassidermia, ma a parlarcene sarà poi lo stesso Presidente dell’ATI, Iginio Bressan.

Mentre sabato 14 l’apertura come di consueto sarà alle 9.00, anche se già dalle 8.30 i pescatori si ritroveranno sulla Piave per la consueta gara di pesca alla trota fario organizzata dal Bacino di Pesca n. 6 Maè – Piave. Lo stesso bacino organizza anche il raduno di domenica mattina di pesca a Spinning a squadre. Per ciascuna le premiazioni si terranno alle 14.00 in fiera presso il loro stand, nella stessa giornata di gara.

Sempre sabato, per tutta la giornata, anche il consueto raduno dei cani Drahthaar Triveneto a cura del Club Italiano Drahthaar.

La cerimonia di inaugurazione invece si terrà alle 12.00 alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Veneto, Giuseppe Pan. Alle 12 perché la mattina, dalle 9.00 alle 12 appunto, in centro congressi, avremo il convegno dal titolo “Il ritorno del lupo sulle Alpi orientali: un mondo che cambia?”, organizzato dall’Amministrazione Provinciale di Belluno in collaborazione con il CAI – Gruppo grandi predatori.

Un convegno di assoluto interesse e livello altissimo per gli interventi previsti. Su questo poi la parola andrà a Franco De Bon, Consigliere provinciale con delega alla Caccia e alla Pesca, che oggi qui rappresenta anche il Presidente della Provincia, Roberto Padrin, assente giustificato, e agli altri interessati sul tema quali Paolo Doglioni, Presidente Confcommercio Belluno, Davide Berton, Referente Gruppo Grandi Carnivori C.A.I. e Michele Merella di Coldiretti per il mondo agricolo.

Confermata anche la partecipazione della Federazione dei Bacini di Pesca delle Dolomiti bellunesi, qui rappresentata dal Presidente Filippo Sitran, che nel pomeriggio organizza il convegno “Tecnologia in Autonomia”, inoltre diverse le attività con cui animeranno lo stand in fiera.

Una novità per domenica 15 nel padiglione D, grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale Libera Caccia, che porterà il progetto “Addestrare: collaborare non sottomettere” con consulenze gratuite ai cacciatori per la preparazione dei cani all’attività venatoria con Marco Martini.

Inoltre per l’intera giornata saranno a disposizione per consulenze gratuite anche la biologa e cercatrice di tartufi, Nicoletta Conte, a disposizione per provare il lavoro di cerca del tartufo e un educatore cinofilo Dog Center del Lago per valutazioni, consigli ed attività di ricerca olfattiva aperta a cani e persone di ogni età.

Condividi