Vacanze ad Otranto, un tour equilibrato fra mare e cultura

Il Salento, bisogna pur ammetterlo, non è tanto famoso per il suo aspetto culturale (benché notevole) ma per la bellezza delle sue spiagge. Quando si parla di Otranto, Torre dell’Orso e altre località salentine la mente corre subito a lidi candidi e a un mare turchese fuori dal comune. In realtà però questa terra meravigliosa ha molto di più da offrire.

Anche se luoghi come Otranto vengono scelti per le sue spiagge da favola, insomma, si prestano anche come mete per le vacanze di coloro che non riescono a passare il tempo solo in spiaggia. Dopotutto, specialmente in estate, prendersi un giorno o due di pausa dal sole cocente fa solo bene. Ecco che quindi si va a valutare quello che la destinazione scelta ha da offrire sotto il punto di vista storico-culturale-archeologico.

Otranto: punto di appoggio strategico e favoloso

Scegliendo Otranto come base per alloggiare durante le vacanze si può avere accesso facile a molteplici attrazioni salentine. La località, infatti, si trova in una zona strategica per esplorare le cose più belle del Salento orientale. Tale cittadina viene scelta molto spesso anche perché è essa stessa un museo a cielo aperto e trascorrervi le ore dopo il tramonto del sole è veramente qualcosa di unico.

Il grande vantaggio per chi sceglie la penisola salentina come destinazione delle vacanze è anche il fatto che i costi delle case vacanze Otranto sono piuttosto contenuti, specialmente prenotando con anticipo online. Avendo un alloggio proprio a disposizione, anziché un normale e obsoleto hotel, si potrà muoversi in autonomia e risparmiare non poco, specialmente se si viaggia in gruppo o con una famiglia numerosa.

Alcune delle più belle spiagge del Salento sono proprio vicine ad Otranto, per questo motivo se magari qualche giorno non si ha molta voglia di spostarsi basta preparare lo zaino per la spiaggia e raggiungerle a piedi.

Otranto: cultura

La bellezza della città di Otranto è ammaliante e fa innamorare ogni anno migliaia di visitatori. Già da lontano la cittadina appare come un miraggio, presentandosi adornata delle sue roccaforti e torrioni, al tintinnio delle barche che si muovono con il vento nel porto. Anche se di fatto le sue bellezze sono concentrate nel centro che si può girare tranquillamente a piedi, è bene armarsi di buona volontà perché di cose da vedere ce ne sono diverse. Fra queste spiccano in particolare il Castello Aragonese, la Cattedrale dell’Annunziata, la Torre dell’Idro e le vie del centro storico pedonale, con le sue botteghe di pelli e leccornie locali.

La Cattedrale è un esempio strepitoso di storia dell’arte e si distingue per un mosaico grandissimo che ne ricopre la pavimentazione, rappresentante l’albero della vita. Il Castello pentagonale si erge con le sue torri circolari a dominazione della cittadina. Qui oltre alla parte più storica c’è un’area che spesso viene adibita a mostre ed eventi temporanei: se si prenotano le vacanze qui è bene controllare che cosa c’è, potrebbe trattarsi proprio di qualcosa di proprio interesse.

Condividi