Agenzie viaggio, un tavolo immediato per evitare chiusure

PORDENONE – L’emergenza sanitaria legata al covid-19 di questi mesi ha messo in serie difficoltà anche il settore delle Agenzie di viaggio della Destra Tagliamento che registra un contraccolpo economico senza precedenti (secondo dati Istat le Agenzie viaggio e Tour operator nel secondo semestre 2020 hanno registrato perdite pari al 93% del fatturato).

Per fare il punto della situazione, dopo il difficile periodo estivo, i coordinatori del gruppo che fa capo all’Ascom-Confcommercio imprese per l’Italia di Pordenone, rispettivamente Claudio Rupolo e Giorgio Fontana, hanno indetto nei giorni scorsi un’assemblea fra i soci per illustrare quanto messo in atto nei confronti del governo regionale per contrastare la grave crisi che penalizza l’imprenditoria turistica.

In particolare l’azione della categoria si è centrata sulla modifica della legge regionale, la n.21 del 2016 che disciplina le politiche regionali in materia di turismo e attività produttive, attraverso la richiesta di misure straordinarie che garantiscano contributi alle imprese, soprattutto quelle che desiderano attrarre nuovi mercati e introdurre servizi o modalità innovative di offerta dei prodotti (e-commerce, siti web multiligue).

Per le aziende, poi, che manterranno in forza il personale dipendente nei sei mesi successivi alla cessazione delle disposizioni nazionali sugli ammortizzatori sociali, è necessario prevedere un contributo una tantum pari all’80% della retribuzione netta corrisposta a ogni dipendente. Altre proposte di integrazione al testo normativo anche la richiesta di costituzione di un albo di tutte le agenzie viaggio del Friuli Venezia Giulia.

Per i coordinatori delle Agenzie di Pordenone, visto anche il delicato momento sanitario con la fiamma dei contagi in aumento, è ora auspicabile un tavolo di concertazione fra addetti ai lavori, quelli che da anni vantano un’esperienza consolidata nel settore turistico, per salvaguardare lo sviluppo e l’immagine di un territorio regionale che va costantemente incentivato con progetti mirati e nuove idee. Per Confcommercio e Agenzie di viaggio l’obiettivo è anche quello di promuovere incontri a tutela del patrimonio occupazionale.

Su queste proposte strutturali il Gruppo ha redatto un documento che la segreteria ha trasmesso agli organi competenti della regione per un’attenta valutazione delle singole iniziative con la fiducia che siano concretamente realizzate.

Nel corso dell’assemblea di categoria sono intervenuti un responsabile alle vendite MCS crociere sul tema dei protocolli di sicurezza utilizzati sulle grandi navi, e un consulente di Disney Paris che ha relazionato sulla nuova campagna vendite 2021.

Condividi