Appalti: operazione Finanza in Consorzio Cellina-Meduna

PORDENONE – Un’operazione dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza è in corso da stamani, 15 marzo, nella sede del Consorzio di Bonifica Cellina-Meduna di Pordenone.

Secondo quanto si apprende, obiettivo dell’indagine sarebbe chiarire la situazione di alcuni appalti per l’esecuzione di lavori, in particolare nelle zone di San Quirino e Roveredo in Piano, per i quali il sospetto della Procura è che si sia proceduto a una sorta di ‘replay’ delle opere da realizzare.

In pratica, un progetto già sviluppato in un primo lotto sarebbe stato ripresentato nuovamente.

La Finanza sta anche verificando se questo meccanismo possa riguardare anche altri appalti del Consorzio.

Si è anche proceduto al sequestro dei cantieri in questione, che hanno un valore di 1,3 milioni di euro e all’iscrizione nel registro degli indagati di alcuni funzionari e dell’imprenditore che sta realizzando l’opera.

Se i profili di presunta criticità in ordine al cantiere venissero confermati, si configurerebbero i reati di turbata libertà degli incanti e di truffa ai danni della Regione.

Condividi