Ascom, direttivo Fipe. Marchiori “somministrare alcolici a minorenni è reato”

PORDENONE – Il nuovo consiglio direttivo Pubblici Esercizi (Ascom-Fipe) si è riunito oggi, 5 marzo, per discutere dell’emergenza coronavirus e le norme sul testo unico di pubblica sicurezza (Tulps).

Il consiglio direttivo P.E. risulta così composto: Presidente Fabio Cadamuro (Cafè 0434 Pordenone), Roberto Carlet (Gelateria Arnica di Caneva), Enrico Ceolin (Caffè Arbat Pordenone), Silvano Stocca (Caffè Nuovo Pordenone), Massimo Battisti (Caffè La Piazza Pordenone), Daniele Boer (Bar Salvador Gandino Porcia), Roberto Cadamuro ( Elixir Pordenone), Sabrina Gardonio (La Pecora Nera Pordenone).

Prima dell’incontro, il presidente provinciale dell’Ascom, Alberto Marchiori, riguardo alle recenti sospensioni di bar da parte della Questura, ha dichiarato che occorre sensibilizzare la categoria, ricordando che somministrare alcolici a minorenni è reato.

“Ringraziamo – ha detto – le forze dell’ordine per l’impegno. Ai titolari delle varie attività dico che ci vuole professionalità anche da parte dei loro collaboratori e non sempre questo succede”.

Riguardo all’emergenza Coronavirus Marchiori rileva che “non va sottovalutato,rispettando le indicazioni, ma non ci si puó neanche chiudere in casa rischiando la depressione”.

 

Condividi