Auto in laghetto: mamma e figlio morti per annegamento

PORDENONE – La mamma di 36 anni di Pordenone e il figlio di 4, trovati privi di vita nella loro auto nel lago della Burida a Pordenone il 13 maggio, sono morti per annegamento.

Lo ha stabilito l’autopsia eseguita stamani dalla dottoressa Barbara Polo Grillo, incaricata dalla Procura di Pordenone, e dall’anatomopatologo Giovanni Del Ben che ha operato come perito di parte incaricato dalla famiglie delle vittime.

Per quanto riguarda gli esami tossicologici – che dovranno chiarire se la donna avesse assunto psicofarmaci – serviranno almeno dieci giorni.

Si attende ora il nullaosta della Procura per poter svolgere i funerali.

Condividi