Biciclette, progetto per riqualificare area stazione

PORDENONE – Diciassette nuove pensiline coperte e illuminate per le biciclette; quindici nuove bici per il bike sharing; il riuso del piano interrato del terminal corriere con 100 nuovi posti per le bici private e la gestione del bike sharing tramite operatore.

Sono gli elementi principali del progetto «Primus», il programma di incentivazione della mobilità sostenibile, che prevede il riordino e la riqualificazione dello spazio per le biciclette esterno alla stazione ferroviaria. La giunta comunale, su proposta del sindaco Ciriani e dell’assessore Amirante, ha il progetto pronto e lo ha appena approvato.

Il tutto è però subordinato al finanziamento del ministero dell’Ambiente a cui il Municipio ha presentato il progetto e la domanda di sovvenzione. L’opera vale 400 mila euro, di cui 300 mila provenienti dal Governo, mentre il Comune è pronto a scucire di tasca propria i restanti 100 mila. La risposta del Ministero dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno. Se fosse positiva i lavori partirebbero subito dopo.

Il piano interrato dovrà essere per forza utilizzato in presenza di un addetto poichè «chi prima di noi ha progettato la rampa – spiega l’assessore Cristina Amirante – l’ha fatta troppo pendente». Le 17 pensiline in acciaio saranno tra loro uguali a formare un design coerente. Quattordici di esse saranno destinate al parcheggio delle bici private, tre verranno utilizzate per le colonnine di bike sharing. Le pensiline saranno predisposte per essere utilizzate in futuro per eventuali ulteriori posti per il bike sharing e per ricaricare le biciclette elettriche a pedalata assistita.

Naturalmente sono previsti anche tutti i lavori preparatori e di contorno per rinnovare l’area: la demolizione delle tettoie esistenti, il rifacimento della pavimentazione, il ridisegno della segnaletica stradale orizzontale e l’implementazione di quella verticale per indicare i servizi pubblici e di sharing presenti. Il bike sharing sarà dotato di un sistema di gestione online che consentirà il monitoraggio in tempo reale.

L’utente avrà a disposizione informazioni utili come la disponibilità di biciclette o parcheggio e altre comunicazioni di servizio. Sarà attivato anche l’ e-commerce attraverso il quale il cittadino può acquistare l’abbonamento bike sharing pagando con carta di credito, bonifico bancario o conto corrente postale, e ricevere a casa la tessera elettronica.

Condividi