Carabinieri denunciano diciannovenne in stato di ebbrezza alcolica

PORDENONE – Diciannovenne, neopatentato, vola alla guida dell’autovettura della madre e finisce la sua corsa sopra al ceppo di un albero, rimanendo fortunatamente solo ferito così come i quattro coetanei trasportati a bordo del veicolo.

Erano le 5:30 di domenica 29 novembre, l’alba non era ancora sorta in località Rosa di San Vito al Tagliamento, quando i Carabinieri della Stazione di Fiume Veneto, personale sanitario del 118 ed i Vigili del Fuoco con le cesoie idrauliche si erano adoperati insieme per estrarre cinque giovani dalle lamiere contorte dell’auto nella quale stavano viaggiando, una VW Polo di proprietà della madre di B.A., diciannovenne neopatentato di Morsano al Tagliamento.

Il giovane, infatti, dopo avere trascorso un’allegra serata con i suoi quattro coetanei, di Morsano, Cordovado e Camino al Tagliamento, nel fare rientro alle rispettive abitazioni percorrendo a velocità sostenuta la strada comunale di via Rosa Vecchia, giunto all’altezza dell’argine del fiume Tagliamento aveva perso il controllo dell’utilitaria ed era fuoriuscito dalla sede stradale, per poi impennarsi sull’argine stesso e precipitare nell’area golenale, sopra al ceppo di un albero.

I giovani a bordo della vettura erano inoltre risultati in stato di etilismo acuto ed avevano riportato ferite guaribili in 20, 5, 7, 20 e 30 giorni.

Il conducente, a cui è stata conseguentemente sospesa la patente, è stato quindi denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pordenone per guida in stato di ebbrezza alcolica (tasso alcolemico di 1,94 g/l), con l’aggravante di aver commesso il fatto dopo le ore 22:00 e prima delle ore 07:00.

I controlli, considerate le imminenti festività natalizie, proseguiranno anche nelle prossime settimane.

Condividi