Celebrazioni per il Giorno del Ricordo

PORDENONE – Il 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo a testimonianza delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano e dalmata. L’Amministrazione comunale lo richiama alla memoria con la manifestazione “Pordenone e il Ricordo” promuovendo diverse iniziative in programma tra febbraio e aprile.

Il primo appuntamento, che anticipa le celebrazioni, è in calendario martedì 5 febbraio all’auditorium Don Bosco in viale Grigoletti n.3 con la proiezione del film “Red land ( Rosso Istria) di Maximiliano Hernando Bruno. Verrà presentato alle 20.30 con la partecipazione dell’attore Enrico Bergamasco e del presidente dell’ANVGD Silvano Varin cui seguirà alle 21 la proiezione della pellicola.

Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti. L’Amministrazione ha sostenuto l’evento aderendo al “Progetto 100 sale” che prevede la proiezione del film in simultanea in 100 sale italiane.

Domenica 10 febbraio è in calendario la partecipazione alla cerimonia istituzionale alla foiba a Basovizza e al centro profughi di Padriciano ( info all’ufficio istruzione 0434 392926/904).

Lunedì 11 febbraio alla 10 nel cortile dell’ex provincia in corso Garibaldi, il sindaco Alessandro Ciriani e il presidente dell’ ANVGD Silvano Varin deporranno la corona alla base della lapide che ricorda i martiri delle foibe e alle 10.30 nell’ex sala consiliare si terrà la conferenza “Un ricordo indelebile.

Le testimonianze dei familiari delle vittime delle foibe”, destinata in particolare agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Interverranno l’attore Enrico Bergamasco fra gli interpreti del film Red land, Antonella Sirna con una testimonianza sugli eventi e Matteo Maria Giordano in qualità di moderatore, entrambi familiari di vittime delle foibe.

La rievocazione della tragedia proseguirà domenica 10 marzo alle 18 nella Bastia del Castello di Torre in via Vittorio Veneto. L’attore Giacomo Seguglia e l’arpista Elisa Manzutto, discendenti di esuli giuliano-dalmati accompagneranno la soprano Elisabetta Vegliach nello spettacolo “Musica e Poesia per non dimenticare: voci dalle foibe”.

Anche con il fumetto si celebra questa ricorrenza. Sabato 23 marzo alle 18 al PAFF -Palazzo Arti Fumetto Friuli, – nel parco e omonima villa Galvani in via Dante, l’autore Emiliano Merlino presenterà ed esporrà alcune tavole del suo fumetto su Norma Cossetto che verranno poi donate alle Biblioteche e alle scuole cittadine (informazioni alla pagina web info@paff.it tel 0434 392941)
Sabato 30 marzo in Biblioteca civica in piazza XX Settembre alle 18 Piero Tarticchio, esule istriano figlio di un infoibato, porterà all’attenzione del pubblico i contenuti del proprio libro “ Maria Peschle e il suo giardino di vetro”.

L’atto conclusivo di “Pordenone e il Ricordo” di quest’anno culminerà venerdì 5 aprile con tre visite: al Magazzino 18 al porto vecchio di Trieste dove sono ancora ammassate masserizie degli esuli giuliano-dalmati, ai luoghi delle riprese del film Red Land e alla tomba di Norma Cossetto a Santa Domenica di Visinada in Istria.

Per ulteriori informazioni ed adesioni tel. 0434 919150 dal martedì alla domenica dalle 11 alle 15. e-mail viaggiomagazzino18@virgilio.it.
“Pordenone e il Ricordo” è promosso dagli assessorati all’Istruzione, alle Politiche sociali e alla Cultura del Comune di Pordenone, in collaborazione con il Comitato provinciale di Pordenone dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, il PAFF, il Collegio Don Bosco, la Lega Nazionale di Trieste,

Condividi