Coronavirus, a Pordenone riaprono i cimiteri

PORDENONE – Riaprono i cimiteri e le casette dell’acqua, partono o ripartono diversi cantieri e ci si attrezza per i punti verdi. Queste le novità illustrate dal sindaco Alessandro Ciriani nel consueto video pubblicato dai social per tenere aggiornata la popolazione durante l’emergenza.

Cimiteri

Da domani, 29 aprile, riaprono tutti i cinque cimiteri di Pordenone. Erano chiusi da diverse settimane. L’orario di apertura sarà leggermente esteso per evitare il più possibile ammassamenti (dalle 8.30 alle 19.30 anziché le 18.15). L’accesso sarà consentito nel rispetto delle misure anti contagio.

Obbligatorio dunque mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro e indossare la mascherina o comunque una protezione per naso e bocca. Vietati, ovviamente, gli assembramenti.

I volontari della protezione civile vigileranno sul rispetto delle norme. Le operazioni di sepoltura sono consentite con l’esclusiva partecipazione di congiunti e fino ad un massimo di quindici persone. “In tantissimi richiedevano l’apertura dei cimiteri – spiega Ciriani – inizialmente c’erano alcuni dubbi interpretativi a causa dell’accavallarsi di circolari che arrivano a raffica nei nostri uffici, ma la Regione ora ha fatto chiarezza e dunque abbiamo sbloccato la riapertura”.

Casette acqua e rifiuti

Da lunedì 4 riapriranno anche le casette dell’acqua. Nel fine settimana, inoltre, è previsto un potenziamento del servizio Gea visto che, stando di più a casa, i rifiuti si accumulano maggiormente.

Condividi