Duello Ciriani-Giust. In serata Pordenone avrà il nuovo sindaco

PORDENONE – Questa sera, domenica 19 giugno (si vota dalle 7 alle 23, spoglio subito dopo la chiusura delle urne) Pordenone avrà un nuovo sindaco.

E’ in programma, infatti, il turno di ballottaggio tra Alessandro Ciriani (Lista Ciriani sindaco-Pordenone cambia, Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Autonomia responsabile) e Daniela Giust (Partito democratico, Pordenone 1291, Il Fiume, Cittadini per Daniela Giust).

Nel primo turno, c’è stato un distacco di 12 punti (45,48% a 33,23%) a favore del candidato di centrodestra ed ex presidente della Provincia, nei confronti dell’esponente di centrosinistra, segretaria cittadina del Pd. Entrambi i candidati non hanno fatto apparentamenti con altre forze politiche.

Quanto alla composizione del prossimo Consiglio comunale, in caso di vittoria di Alessandro Ciriani, entrerebbero dieci consiglieri della sua civica Pordenone Cambia. Con oltre il 17 per cento la civica è diventata la seconda forza politica della città (dietro al Pd). E visto il buon risultato, in giunta dovrebbero essere tre gli assessori espressi dalla lista.

La coalizione di maggioranza, formata da 24 esponenti, comprenderebbe quattro consiglieri per ciascuno dei gruppi di Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che hanno ottenuto tra il 7 e l’8 per cento. Due consiglieri, infine, sarebbero assegnati alla civica Autonomia responsabile, che in città ha come riferimento Valter Santarossa.

L’opposizione sarebbe formata da sedici rappresentanti. Daniela Giust guiderebbe la coalizione di centrosinistra con undici consiglieri. Al Partito democratico ne sarebbero assegnati cinque. Alla civica 1291 e al Fiume due ciascuno, uno ai “Cittadini”. Sempre sui banchi della minoranza siederebbero i grillini che sarebbero quattro, compreso Samuele Stefanoni, oltre a Franco Giannelli in rappresentanza della sua lista civica Pordenone Popolare che era stata appoggiata anche dal Ncd.

In caso di successo di Daniela Giust, sarebbero tredici gli esponenti del Partito democratico, due in più rispetto al gruppo consiliare uscente. Cinque, i consiglieri della civica Pordenone 1291, quattro della civica Il Fiume, mentre la civica dei Cittadini ne otterrebbe due. In opposizione ci sarebbe lo schieramento di centrodestra, il M5S e Giannelli, con Ciriani a guidare la minoranza di centrodestra.

La sua lista Pordenone Cambia potrebbe contare su quattro consiglieri, mentre due ciascuno ne avrebbero Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia e un esponente Autonomia responsabile.

Sui banchi dell’opposizione seggio sicuro per Franco Giannelli. Il M5S, in questo caso, avrebbe tre consiglieri: Stefanoni più due, uno in meno nel caso in cui a vincere fosse Ciriani. Infine, un dato di genere: le donne in consiglio comunale saranno dodici, sia con Ciriani sia con Giust.

Condividi