Edicola del Corso, “uniti per una ripresa che speriamo vicina”

PORDENONE – Abbiamo fatto visita a una riconosciuta attività nel centro storico di Pordenone.

Precisamente, all’inizio di Corso Vittorio Emanuele e si tratta di L’Edicola del Corso di Omar Biscontin e moglie.

A debita distanza e fuori dal suo ” regno” che da anni e anni raccoglie i pordenonesi ci ha rilasciato alcune considerazioni e riflessioni sul momento inusuale sia per la salute pubblica ma anche dal punto di vista imprenditoriale.

” Stiamo vivendo veramente un periodo epocale e personalmente la mia attività resta aperta per dare pure un servizio ai cittadini del quartiere. Tengo chiuso solo il sabato pomeriggio.

Qui in centro molti negozi sono chiusi e si respira un’atmosfera triste. Gente in giro ce ne poca, ma nel mio caso vedo entrare nuovi volti, coloro che sono costretti a non uscire dai loro forzati confini che in altri momenti erano aperti anche per acquisti”.

Come vedi l’evolversi della strategia della ripresa?

“Credo che dobbiamo riavere parte della vita che ci è stata privata senza le paure profonde ma giustamente con le salutari distanze e i giusti accorgimenti.”

Conoscendoti da tempo anche come amico so che hai parenti in Germania. Cosa ti raccontano?

“Beh, la Germania ha adottato un metodo diverso con meno restrizioni e la gente gira e cammina per le strade con alcuni coscienziose attenzioni. Certo la nostra ripresa avrà alcune problematiche anche finanziarie da affrontare. Speriamo anche con coinvolgimento e unione della nostra categoria si possa affrontare con un minimo di serenità costruttiva”.

Stefano Boscariol

Condividi