Fidapa, “Tutto incominciò con Eva…”, conferenza di De Zan

PORDENONE – Nei giorni scorsi, nella saletta ex San Francesco, la Fidapa-Pn ha ospitato monsignor Renato De Zan per una conferenza avente come argomento ‘ Tutto incominciò con Eva….’.

Salutati gli intervenuti, la presidente Luciana Ceciliot presenta il relatore descrivendone i molteplici titoli. Professore ordinario di Critica ed Ermeneutica al Pontificio Ateneo di Sant’Anselmo di Roma, Professore invitato alla Pontificia Università Gregoriana, sono come specifica la presidente solo alcuni dei suoi incarichi, aggiungendo anche il Dottorato in Scienze Bibliche al Pontificio Istituto Biblico e, non trascurando, il contributo alla traduzione della Bibbia in friulano.

Parlare della donna nella Bibbia è un impegno che richiederebbe notevoli ore, anticipa Monsignor De Zan, perché ce ne sono tantissime disseminate nel tempo. Inizia descrivendo la libera interpretazione della nascita di Eva, riferendosi al cap.2^ della Genesi; parla quindi del Libro dei Re dove si narra di re Salomone e delle sue moltissime mogli e concubine che gli fecero deviare il cuore. Vengono ricordate Betzebea, Tamar, Ester, Giuditta, Marta e Maria sorelle di Lazzaro e Maria Maddalena.

Attenzione particolare viene dedicata alla descrizione della donna nel Cantico dei Cantici, libro dell’Antico Testamento attribuito tradizionalmente a Salomone, il più grande testo d’amore di tutta la letteratura che parla dell’amore fra un uomo e una donna con una sensibilità vicina al mondo femminile.

La interpretazione dei testi antichi è molto complessa e per l’ospite tradurre significa entrare in una Cultura, in un mito, non operando una formale e arida parafrasi degli stessi.

Condividi