Il Comune aiuta le scuole con oltre 129 mila euro

PORDENONE – – La giunta comunale ha approvato un pacchetto di delibere a sostegno delle scuole pubbliche e paritarie di propria competenza: infanzia, primarie, secondarie di primo grado. Stanziati 129.200 euro che finanziano i piani dell’offerta formativa, l’aiuto agli alunni con disagio e disabilità, la didattica a distanza e la digitalizzazione, i corsi e i progetti musicali, il materiale didattico e le mense. A decidere gli stanziamenti è stato il sindaco Alessandro Ciriani che segue il referato della scuola assieme al consigliere comunale e regionale Alessandro Basso.

Ciriani e Basso: Per la scuola stiamo investendo molto
Fin dal nostro arrivo in Comune – hanno rivendicato Ciriani e Basso – abbiamo posto la scuola pubblica e paritaria al centro delle nostre attenzioni, in modo concreto, e a 360 gradi, garantendo da un lato la qualità degli ambienti con investimenti massicci sulla manutenzione degli edifici, dall’altro implementando servizi come banda larga, tecnologia, piani dell’offerta formativa. Un’attenzione alla scuola fondata sulle richieste delle scuole stesse. Per noi è motivo di vanto – concludono – perchè significa investire davvero nella formazione e nei nostri ragazzi”. Di seguito il dettaglio dei sostegni deliberati dal Municipio.

Offerta formativa
Attribuiti 53.135 euro a sostegno dell’ampliamento dei piani dell’offerta formativa. I fondi vengono assegnati sulla base del numero di alunni delle scuole. Nello specifico, 43.866 euro sono andati alle 24 scuole statali che accolgono 4.290 alunni, e 9.269 alle 9 scuole paritarie che accolgono 1.369 alunni. Nel pieno rispetto dell’autonomia dell’autonomia scolastica, Comune e scuole hanno deciso di orientare il più possibile i progetti dell’offerta formativa finanziati dal Municipio alle aree della prevenzione della dispersione, promozione della cittadinanza, valorizzazione dei beni ambientali, storici e artistici, sviluppo delle competenze digitali, linguistiche, musicali.

Didattica a distanza e informatica
Soddisfatte le richieste dei quattro istituti comprensivi e delle scuole dell’infanzia paritarie in merito al finanziamento delle attività informatiche e del potenziamento della didattica a distanza in questo periodo di emergenza covid. Stanziati contributi straordinari per 12.500 euro, dal finanziamento diretto alla Dad alla realizzazione di diversi corsi formativi e webinar per genitori e docenti. Attività, si legge nella delibera comunale, “volte all’acquisizione di nuove competenze per svolgere al meglio la didattica a distanza e l’utilizzo ottimale degli strumenti digitali nella gestione delle relazioni scuola – famiglia”.

Mense, strumenti didattici, studenti con disabilità
Stanziati 48.565 euro in materia di diritto allo studio e assistenza scolastica. In dettaglio, 42.565 euro finanziano l’acquisto di strumentazioni didattica e sostegno all’handicap delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado statali e paritarie, e per l’organizzazione delle mense per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado paritarie. I restanti 6 mila euro appoggiano azioni mirate di inclusione degli alunni svantaggiati. Tutti i contributi sono stati distribuiti secondo criteri matematici a seconda del numero di alunni normodotati e con handicap.

Musica a scuola
Destinati contributi straordinari pari a 15 mila euro per permettere alle scuole la realizzazione delle attività musicali che ampliano l’offerta formativa degli istituti. Si tratta di corsi e progetti per imparare a usare uno strumento e per utilizzare la musica come veicolo di divertimento, inclusione, arricchimento formativo e artistico. Queste le attività finanziate: corsi pomeridiani della scuola “Drusin”; progetto “A colpi di note” della scuola secondaria di 1° grado “Centro Storico; “Crescere con la musica” delle scuole dell’infanzia di via Fiamme Gialle e via Cappuccini; “Video Concerto” della scuola secondaria “G. Lozer”; Divertiamoci con la musica” della scuola dell’infanzia paritaria “San Giorgio”; “Alla scoperta dei suoni” della Scuola dell’infanzia paritaria “Santa Maria Goretti”.

Condividi