“La lunga vita dei miti”, proseguono incontri sul web

PORDENONE – In questo momento prendendo atto delle recenti decisioni del Governo dobbiamo interrompere il progetto “La lunga vita dei miti” in presenza così come lo avevamo pensato: sospendiamo gli incontri dal vivo finchè non saranno nuovamente possibili. Tuttavia, abbiamo deciso di non fermarci.

Infatti, stiamo lavorando per riorganizzare in streaming e sul web gli incontri previsti dal corso che ha riscontrato un grande successo già nel primo incontro. Sentiamo il dovere in questo momento storico, di contribuire per tenere vivo il ruolo importante della cultura nella nostra società.

Inoltre, vogliamo continuare a sostenere tutti i giovani laureati che abbiamo coinvolto come partner in questo progetto così le scuole con gli insegnanti e studenti ai quali non deve mancare la nostra vicinanza espressa anche attraverso la lezione del passato e l’insegnamento dei miti. Appena possibile dirameremo la data del prossimo incontro attraverso il nostro sito”.

Questa la nota diramata da Gianantonio Collaoni e Roberto Calabretto, curatori del ciclo di incontri “La lunga vita dei miti” promosso dall’Associazione culturale Atene-Roma – Delegazione di Pordenone, realizzato con il contributo della Regione Fvg, del Comune di Pordenone, di Fondazione Friuli ed in collaborazione con l’Associazione “L’oppure”.

Dopo il successo del primo incontro inaugurale svoltosi negli spazi della Biblioteca al Liceo Leopardi Majorana con la partecipazione di Arianna Calabretto intervenuta in merito al mito di Medea, “La Lunga dei vita dei miti” proseguirà al più presto in versione web con musicologi, esperti e talentuosi giovani laureati per scoprire quanto i miti abbiano acceso l’immaginazione e l’ispirazione di grandi compositori e musicisti.

Per questo, sono confermati sul web gli incontri previsti dal progetto, a partire dalla conferenza condotta da Roberto Calabretto, docente dell’Università di Udine, musicologo e presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Levi, dedicata al mito di Medea così come ripreso da compositori e musicisti del passato.

Condividi