Lions Pn Naonis, i 100 anni festeggiati alla Casa Umberto I

PORDENONE – Il Lions club Pordenone Naonis per celebrare i cento anni del Lions International ha scelto degli invitati d’eccezione: i “giovani centenari”, che potranno partecipare all’evento promosso in loro onore, grazie alla collaborazione dell’Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona di Pordenone (Asp) domenica 25 marzo alle ore 11.30 nella Casa per Anziani “Umberto I”, piazza della Motta 12, Pordenone.

L’evento è patrocinato dal Comune di Pordenone. “Un’occasione – afferma Silvia Masci, presidente del Lions club Naonis-, per valorizzare il prendersi cura degli altri e dimostrare come le istituzioni, le associazioni di volontariato e i giovani siano a servizio della propria comunità”.

Durante la cerimonia saranno presenti, oltre alla presidente del Lions club Pordenone Naonis e la presidente dell’Asp Miria Coan, anche la presidente e coordinatrice distrettuale Lions del comitato per il centenario Anna Dessy Zanazzo e le autorità locali.

Anna Dessy Zanazzo onorerà il centenario dell’associazione ricordando il fondatore Melvin Jones, la cui visione diventò realtà nel 1918, quando i delegati del primo club si incontrarono per inaugurare quello che sarebbe diventato il Lions Clubs International, una delle più grandi organizzazioni di assistenza del mondo.

“In tale occasione il Lions club Pn Naonis promuoverà – afferma Silvia Masci – il “Primo premio – La qualità della vita nelle persone della terza età”: tale concorso prevede l’assegnazione di una borsa di studio di cinquecento euro per un laureato che nell’ambito di un master in musicoterapia – svolgerà il tema La musica e i suoi benefici, da realizzarsi all’interno dell’Asp. Tale iniziativa sottolinea l’attenzione del club a valorizzare e sostenere sia gli anziani che i giovani del territorio, supportando questi ultimi nel delicato percorso di inserimento lavorativo, offrendo loro un’opportunità di mettere a frutto le proprie competenze a beneficio della comunità”.

Sarà inoltre firmata la convenzione per attivare il progetto Il libro parlato Lions che consentirà agli ospiti dell’Umberto I e di Casa Serena, affiancati dagli educatori, di accedere agli oltre 8000 audiolibri messi a loro disposizione; in questo modo, i “giovani centenari” potranno godere del piacere della “lettura” esercitando al contempo memoria e attenzione.

“Entrambe le iniziative, – afferma la presidente del Lions Naonis Silvia Masci – nate dall’azione sinergica di Asp e Lions, vogliono sottolineare l’impegno per una promozione attiva del benessere, realizzata anche attraverso canali artistici; in entrambi i progetti l’attenzione è posta alla dimensione emozionale della persona, nella misura in cui musica e ascolto diventano importanti strumenti, non solo di intrattenimento, ma anche di relazione e cura”.

Tutti i cittadini che hanno compiuto 100 anni con i loro familiari sono invitati alla cerimonia che si svolgerà domenica alle ore 11.30 o al taglio della torta alle ore 14 per gustare il dolce realizzato dagli studenti della Scuola Alberghiera Ial Fvg e ascoltare anche le note musicali di alcuni giovani musicisti dell’Associazione Filarmonica Città di Pordenone e un appassionato quindicenne chitarrista.

Condividi