Mercato, a settembre trasloco da piazza Motta a piazza Risorgimento

PORDENONE – A fine settembre, dopo PordenoneLegge, scatterà una mezza rivoluzione nel mercato cittadino del mercoledì e del sabato. Gli ambulanti di piazza della Motta e dintorni (via dei Molini, via Roma e zona tribunale) saranno spostati per permettere i lavori di riqualificazione dell’area. I banchi verranno sistemati in viale Martelli, via Cossetti, piazzetta dei domenicani, piazza Risorgimento e via Trieste, creando un percorso continuo con quelli di piazza XX Settembre, via Cesare Battisti e via Mazzini.

TRASLOCO MERCATO E TERMINAL BUS

Gli operatori coinvolti nel trasloco saranno 64 sugli 85 totali del mercoledì e 78 sui 120 del sabato. La nuova dislocazione rimarrà in vigore almeno fino al termine dei cantieri di piazza della Motta, dunque a fine 2020. Dopo di che si valuteranno gli esiti e si deciderà se confermare il nuovo assetto o tornare alla situazione attuale. A cascata ci sarà un’altra novità rilevante, concordata dal Comune con Atap e Regione: dato che nei giorni di mercato gli autobus non potranno più transitare su via Trieste, il terminal bus di piazzale Ellero verrà spostato in via Santa Caterina, di fronte alle poste centrali. Il terminal di via Trento rimarrà invece al suo posto.

LOPERFIDO: E’ LA MIGLIORE SOLUZIONE POSSIBILE

Per l’assessore al commercio Emanuele Loperfido il nuovo assetto del mercato «è senza dubbio la migliore soluzione possibile, che concilia cantieri, viabilità, trasporto pubblico e soprattutto il mantenimento del mercato in centro a formare un circuito coerente e non spezzettato. L’unica alternativa era relegare gli ambulanti al parcheggio Marcolin, ma l’abbiamo scartata perché per noi il mercato è una ricchezza della città e ha ricadute positive anche sul commercio del centro. Tutto sommato – argomenta ancora – questo spostamento è un’opportunità che ci permette da un lato di ravvivare la zona di piazza di Risorgimento, dall’altro di riqualificare piazza della Motta rendendola più bella e attrattiva».

LE ALTRE NOVITA’

La delibera che approva lo spostamento di settembre, già approvata dal Comune, stabilisce i dettagli logistici e introduce alcune novità significative. Viale Martelli sarà occupata parzialmente il mercoledì, fino all’ingresso dell’asilo, e interamente sabato; la zona a traffico limitato di via Mazzini sarà utilizzata in entrambi i giorni di mercato. In piazza Risorgimento i banchi si disporranno su due file lungo la strada che fiancheggia la farmacia, e su una fila lungo la stradina di ingresso alla piazza da viale Dante.

Tra le novità anche le piazze a «tema»: piazza Risorgimento sarà dedicata agli operatori gastronomici (anche perché lì ci sono i punti di fornitura comunali di energia elettrica), mentre piazzetta dei domenicani ai produttori agricoli. Il documento comunale delibera inoltre di assegnare i nuovi posteggi agli ambulanti per ordine di anzianità (secondo la graduatoria approvata nel 2008) e di evitare, qualora logisticamente possibile, la collocazione di camion ingombranti davanti ai negozi. In programma a fine giugno un incontro con gli ambulanti per illustrare loro tutte le novità.

NUOVO REGOLAMENTO: PIU’ DECORO E QUALITA’

Il Comune sta anche lavorando al nuovo regolamento del mercato «con l’obiettivo di garantire decoro e qualità» spiega Loperfido. Si pensa a norme che vietano la vendita dell’usato e impongono di esporre la merce in modo ordinato, così come ordinata dovrà essere l’area di vendita, senza scatoloni e oggetti alla rinfusa. I tendaggi, inoltre, dovranno avere colori tenui ed essere puliti.

I produttori agricoli dovranno indicare i prodotti che non provengono dall’azienda, «in modo che sia chiara la filiera del prodotto, a tutela del consumatore. Ad ogni modo il regolamento, prima di essere operativo, verrà sottoposto alle categorie per un confronto» e dovrà passare al vaglio del consiglio comunale.

Condividi