Opere pubbliche, Comune approva piano triennale da 40 milioni

PORDENONE – La giunta comunale ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche 2021-2023. Si tratta di opere che hanno il loro finanziamento e che verranno concretamente realizzate.

Gli investimenti per l’intero triennio sono pari a 40 milioni, di cui 18 milioni previsti nel 2021. Se poi si aggiungono le poste economiche relative ai residui degli anni precedenti e agli interventi di partenariato pubblico privato sugli impianti comunali, gli investimenti raggiungono oltre 55 milioni.

“È la dimostrazione evidente – commentano il sindaco Alessandro Ciriani e l’assessore ai lavori pubblici Walter De Bortoli – di un pianificazione precisa e pensata, e non certo improvvisata, di sviluppo complessivo della città. Una grande e storica operazione che muove risorse e si muove lungo la strada della rigenerazione urbana per garantire funzionalità, estetica urbana e servizi ai cittadini.

Agiamo su tutti i piani possibili, dalle barriere architettoniche all’edilizia scolastica, dallo sport alla viabilità in un mix che compone tutto il quadro di una città capoluogo”.

Il documento contempla anche il completamento dei massicci lavori in corso, sia per il restyling urbano e funzionale sia per il complessivo riordino e realizzazione ex novo del sistema dei sottoservizi quali fognature, rete dell’acquedotto, captazione delle acque meteoriche.

Tra le opere figura la nuova scuola media Lozer, la prosecuzione e conclusione degli importanti adeguamenti antisismici e manutentivi delle scuole IV Novembre e Gabelli.

Si interviene inoltre sul complessivo sistema della mobilità e della viabilità, su importanti piazze cittadine come quella di Rorai, la manutenzione delle pavimentazioni stradali di tante vie del territorio comunale, un nuovo parcheggio a Torre, oltre che interventi di mobilità lungo piste ciclabili.

Inserita anche la sistemazione dell’area esterna la stazione ferroviaria con il progetto di bike sharing che ha appena conquistato i finanziamenti nazionale. Di rilievo, poi, anche gli interventi di efficientamento energetico sugli edifici pubblici, quelli di ampliamento e ammodernamento degli impianti sportivi come il polisportivo di Villanova e il Palazen, oltre che di tipo ambientale sulla vecchia discarica comunale.

Condividi