Pn Blues Festival, rush finale con il virtuoso Bob Malone

PORDENONE – Grande rush finale per l’edizione 28 del Pordenone Blues Festival! Sabato 20 luglio sarà una giornata imperdibile, tra workshop e laboratori, visite guidate e contest, senza ovviamente dimenticare gli ultimi concerti della kermesse: le date uniche in Italia di Melvin Taylor Blues Machine, Nneka e il virtuoso dei tasti Bob Malone con la sua band!

“Quest’anno più che mai, abbiamo riscontrato una grande affluenza di pubblico, sia da fuori provincia sia dall’estero,” afferma il direttore artistico Andrea Mizzau. “È una nota molto positiva: abbiamo allargato gli orizzonti musicali del festival e questo ha senz’altro contribuito a decretare il successo dell’edizione #28 anche tra i più giovani. Ottima anche la ricaduta sul territorio in termini di turismo, con alberghi che hanno registrato il tutto esaurito nella settimana della kermesse.”

Si parte alle 9:00 con la Gita in Blues, una visita nel pordenonese alla scoperta dei principali capolavori del pittore Giovanni Antonio De’ Sacchis.

La musica sboccerà grazie al Pordenone Music Garden: in diverse location nel cuore della città, si terranno workshop e laboratori pensati per coltivare l’arte dei piccoli musicisti, come “Banda larga in blues” e “Suona il blues!”. I più grandi, invece, potranno scoprire le eccellenze enogastronomiche del Friuli-Venezia Giulia all’Aperitivo in rosa del 8° Blues, Food, Wine & More organizzato nella suggestiva loggia del Municipio.

I concerti al Parco San Valentino cominceranno alle 16:30, quando sul Second Stage andrà in scena la finale italiana dell’International Blues Challenge, organizzato dal Pordenone Blues Festival in collaborazione con il Deltablues Festival di Rovigo, il Rootsway Festival e il magazine Il Blues. I sei finalisti della competizione si sfideranno per vincere la possibilità di rappresentare il nostro Paese alle finali mondiali dell’edizione #36 del contest, che avranno luogo il prossimo inverno a Memphis (USA).

Dalle 19:00, infine, si apriranno le danze sul Main Stage per i travolgenti concerti conclusivi di questa edizione, con Melvin Taylor Blues Machine, Nneka e la Bob Malone Band.

Sarà una grande festa ad ingresso gratuito, un imperdibile evento musicale.

MELVIN TAYLOR BLUES MACHINE (USA)

Melvin Taylor, classe 1959, è considerato uno dei più grandi chitarristi blues al mondo. Il New York Times lo definisce un chitarrista vulcanico che riesce a portare il pubblico in uno stato di eccitazione totale, mescolando alla sua presenza scenica un arsenale di ritmo, melodia, bending al limite del possibile, uso del wah e gusto della tradizione del celebre blues targato Chicago. Taylor trova il suo posto nel mondo del blues da giovanissimo e nel 1980 viene notato da Muddy Waters, che decide di portarlo in tour con lui. Dal 1982 ad oggi pubblica 10 album e 9 singoli, ha all’attivo migliaia di concerti e festival in tutto il mondo. Alcuni dei suoi lavori più conosciuti sono Evidence Music – Bang That Bell (1999), Rendezvous With the Blues (2004) fino agli autoprodotti Beyond the Burning Guitar (2010), Sweet Taste of Guitar (2012), and Taylor Made (2013). Alla fine del tour estivo tornerà in studio con la Melvin Taylor Blues Machine per registrare il nuovo album.

NNEKA (NGA)

Nata in Nigeria da mamma tedesca e padre nigeriano, Nneka ha approcciato la musica già nei primi anni di vita, naturalmente senza passare inosservata. Trasferitasi in Germania al raggiungimento della maggiore età, ha iniziato la sua carriera folgorante all’insegna della Black Music. La sua musica è un frullato di reggae, afro-beat, hip-hop, funky-soul e desert-blues innestato con testi diretti e politicamente impegnati a raccontare le piaghe del proprio paese d’origine. Nneka è una figura dal grande carisma, riuscita ad arrivare oltreoceano come ospite da David Letterman e a calcare i più importanti palchi d’Europa.

Il suo impegno sociale l’ha portata a fondare “The Rope Foundation” nel 2012, con l’MC del Sierra Leone MC Ahmed Nyeje (Genda): una piattaforma di supporto, espressione ed inclusione sociale tramite l’arte per ragazzi e ragazze. Nneka ha all’attivo 4 album, è stata nominata al MTV Africa Music Awardsha, ha vinto un MOBO per il Best African. Vanta collaborazioni con Joss Stone, Ziggy Marley e Eeady con i quali ha registrato il singolo Express Yourself, Wesley Williams con il quale ha registrato Kangpe.

BOB MALONE BAND (USA)

Bob Malone proviene dal Berkley College of Music, e nella sua carriera ha suonato con una serie di artisti di altissimo livello: da Al Green a Jackson Browne, dai Neville Brothers a Dr. John, Bruce Springsteen e Leon Russell, fino ad unirsi alla band del grande John Fogerty con cui ormai da anni solca i palchi più importanti del mondo (indimenticabile il concerto di Hyde Park a Londra del 2012, dove Fogerty è stato raggiunto sul palco da Springsteen, così come il tour congiunto con gli ZZTop della scorsa estate).

Lo scorso anno – in contemporanea con la sua partecipazione a Umbria Jazz – Bob ha pubblicato, tramite l’etichetta italiana Appaloosa Records, il cd “Mojo Live – Live at the Grand Annex”, che va ad unirsi alla sua discografia di 6 cd dal 2001 al 2016, oltre a tutte le collaborazioni con grandi artisti, non ultimo il grande Ringo Starr. Il suo stile abbraccia il rock n’ roll più spudorato per poi contaminarsi con il sound di New Orleans e il soul di pura marca “Detroit”. Sul palco del Pordenone Blues Festival sarà accompagnato da Stefano Sanguigni alla chitarra elettrica, Alessandro Maiorino al basso e Marco Breglia alla batteria.

Condividi