Polizia, arrestati due rumeni per furto aggravato in vari negozi nordest

PORDENONE – Le autorità di Polizia olandesi e rumene, in stretta collaborazione con la Direzione Centrale della Polizia Criminale – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia e la Polizia di Stato di Pordenone, hanno tratto in arresto i cittadini rumeni Irinel Bogdan Oproiu, di anni 35, domiciliato in Olanda e Damian Dinescu, di anni 40, domiciliato in Romania in quanto colpiti da “Mandato di Arresto Europeo” emesso dal Tribunale di Pordenone per il reato di furto aggravato in concorso ai danni di vari esercizi commerciali del nord Italia.

L’attività investigativa della Squadra Mobile della Questura di Pordenone avviata a seguito del furto commesso nella notte tra il 3 e 4 novembre 2014 all’interno dell’esercizio commerciale Emisfero, sito a Fiume Veneto nel corso del quale erano stati rubati denaro contante, telefonini e tablet nel negozio di telefonia “Wind” per un valore complessivo di oltre 40.000 euro, ha consentito l’emissione in data 29 ottobre 2015 di una ordinanza di custodia cautelare in carcere per furto aggravato.

Le attività criminali e gli spostamenti dei due cittadini rumeni sono state oggetto di incessanti indagini da parte della Squadra Mobile della Questura di Pordenone e poi estese in campo internazionale attraverso lo “SCIP” – Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia e la rete degli Ufficiali di collegamento presenti in Romania e Olanda.

Nello specifico, Oproiu è stato rintracciato lo scorso 24 gennaio in Olanda, verrà trasferito in Italia a disposizione della competente Autorità Giudiziaria, mentre per Dinescu, rintracciato in Romania, sono state avviate le procedure per l’estradizione in Italia.

Condividi