Polizia, arrestato 59enne per resistenza a pubblico ufficiale

PORDENONE – La Polizia di Stato di Pordenone ha arrestato in flagranza di reato il cittadino italiano Z.G., di anni 59, domiciliato a Pordenone, per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’arrestato è stato inoltre deferito in stato di libertà per i reati di oltraggio a Pubblico Ufficiale, danneggiamento, porto di oggetti atti ad offendere, minacce aggravate e percosse; gli è stata, inoltre, contestata la violazione amministrativa prevista dell’art. 688 C.P. (ubriachezza).

Ieri pomeriggio, 18 febbraio, alle ore 13.15, a seguito di segnalazione pervenuta alla Sala Operativa della Questura di Pordenone, una pattuglia della “Squadra Volante” è stata inviata a Pordenone, via General Cantore, presso l’esercizio commerciale “La Nuova Panetteria, ove era stata segnalata la presenza di una persona violenta in stato di ubriachezza,

Giunti sul posto, gli agenti hanno individuato il soggetto segnalato, in evidente stato di agitazione e di ubriachezza mentre era ancora all’interno dell’esercizio pubblico.

Nonostante i ripetuti inviti alla calma, l’individuo inveiva e reagiva con violenza e frasi offensive nei confronti dei poliziotti, i quali riuscivano a bloccarlo. Lo stesso, aveva danneggiato il bancone della panetteria e minacciato i presenti con un ombrello (utilizzato per colpire un cliente) ed un coltello che venivano rinvenuti e sequestrati.

Z.G., con a carico vari precedenti di polizia è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Pordenone a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Condividi