Polizia denuncia un 58enne per furto aggravato di carburanti

PORDENONE – La Polizia di Pordenone ha denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pordenone il cittadino italiano D.L. di anni 58, residente a Fiume Veneto, per i reati di furto aggravato continuato di carburanti, falsità materiale e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

Dallo scorso maggio in provincia di Pordenone si sono verificati vari furti di carburante, regolarmente denunciati, in più distributori, tutti avvenuti con le stesse modalità da parte di un individuo il quale, dopo aver rifornito di carburante la propria autovettura, si allontanava senza pagare il dovuto.

In alcune occasioni ha addirittura riempito anche delle taniche custodite all’interno del bagagliaio.

Le indagini effettuate da personale della “Squadra Volante”, con l’ausilio di particolari e dedicati software, ma anche utilizzando l’esperienza di controllo del territorio in modo attento e continuo, hanno consentito di individuare l’autore dei furti attraverso un approfondito esame video della targa contraffatta.

Nel pomeriggio di ieri, 10 settembre, i poliziotti hanno provveduto a fermare l’individuo, che una volta accompagnato in Questura ha ammesso le proprie responsabilità.

Si è pertanto proceduto al sequestro dell’autovettura e, nel corso della perquisizione nell’abitazione dell’indagato, sono state rinvenute e sequestrate taniche di benzina nonché materiale che l’individuo opportunamente utilizzava per alterare la targa dell’autovettura ogniqualvolta necessitasse di fare il pieno.

Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare eventuali altre responsabilità del soggetto in relazione a fatti analoghi.

Condividi