Rally, un nuovo fuoriclasse alla Mrc Sport per conquistare il Tricolore di Cross Country

BRUGNERA -Un arrivo importante alla Mrc Sport. La scuderia di Brugnera punterà al titolo italiano di Cross Country 2019 nientemeno che con il vice campione tricolore della passata stagione, il romano Claudio Petrucci. Il team liventino da qualche anno si dedica infatti non solo al suo primo amore, i rally, nei quali peraltro continua a gareggiare la maggioranza dei suoi piloti, ma anche alle gare off road. Claudio Petrucci, classe 1969, originario di Ariccia nella zona dei Castelli Romani, è ormai un veterano ed un nome di prestigio del cross country. In tandem con il navigatore Paolo Manfredini, l’anno scorso, su Gran Vitara, oltre al secondo posto in classifica assoluta, ha conquistato il titolo di Gruppo T2 ed il Suzuki Challenge. E’ arrivato alla Mrc Sport grazie ai buoni uffici di Lorenzo Cenzi, titolare della Jazz Tech Off Road, l’azienda padovana che gli prepara le vetture. “Solitamente – ha raccontato – non partecipiamo a gare in Italia, ma abbiamo deciso di condividere questa avventura con Petrucci e la Mrc Sport solo perché ci sono le condizioni e la voglia di puntare al titolo”. Quest’anno Petrucci e Manfredini competono nel Gruppo T1, la categoria regina, a bordo di una Isuzu D-Max. L’esordio, avvenuto in realtà prima dell’approdo alla Mrc Sport, è stato a febbraio nel Baja di Primavera corso proprio nel Pordenonese. “E’ stato un debutto un po’ sfortunato, ma sicuramente lusinghiero – ha commentato lo stesso Petrucci – nella terza prova sono incappato in un errore e ci siamo piantati in un punto lento. Ero già febbricitante, poi nella notte la febbre è salita e abbiamo dovuto dare forfait. Nonostante questo, la macchina è stata estremamente performante, quindi ci sono tutte le condizioni per inserirsi nella corsa per il titolo nelle prossime 5 tappe”. La seconda gara del campionato tricolore sarà il 24-26 maggio in Sicilia con il Nebrodi Baja. Secondo tutti gli addetti ai lavori, l’arrivo di Petrucci e Manfredini in T1 ha accresciuto la spettacolarità del Cross Country 2019 alzando il livello della competizione ed inserendo un nuovo pilota nella lizza per il titolo, oltre a Lorenzo Codecà ed Elvis Borsoi.

Per un fuoriclasse che arriva, un giovane di talento che lascia la scuderia per approdare altrove. E’ il caso del 28enne padovano Nicolò Marchioro, il vice campione del Rally Terra 2018, che quest’anno non correrà per Mrc Sport. “Ovviamente ci dispiace che Nicolò non sia più dei nostri – spiega il presidente liventino, Giacomo De Luca – ma siamo orgogliosi di averlo accompagnato e sostenuto nel suo percorso di crescita fino a farlo diventare uno dei migliori piloti italiani emergenti. La nostra scuderia nei rally è sempre stata una palestra per giovani con talento e voglia di lavorare e continueremo a portare avanti questa missione”.

Condividi