Rotary Club consegnano 9.400 mascherine a Protezione civile

PORDENONE – I cinque Rotary Club della provincia di Pordenone hanno consegnato 9.400 mascherine chirurgiche alla Protezione Civile della provincia di Pordenone per la loro distribuzione delle cinque aree dei Club: Pordenone, Maniago, Spilimbergo, San Vito al Tagliamento e Sacile.

La consegna è avvenuta questa mattina a Pordenone, presenti i rappresentanti della Protezione Civile e i rappresentanti dei cinque Rotary Club, Renzo Scramoncin e Giovanna Santin per Pordenone, Attilio Cattaruzza per Maniago – Spilimbergo, Mario Prosdocimo per Sacile Centenario, Maurizio Valente per San Vito al Tagliamento, Any Bortolussi per Pordenone Alto Livenza, con l’Assistente d’Area del Governatore Pietro Rosa Gastaldo.

La fornitura di queste mascherine è parte di un lotto di 150.000 chirurgiche mascherine che il Distretto Rotary 2060 (Nord Est) ha acquistato per l’emergenza sanitaria e che sono in consegna nel Triveneto. Di queste 40.000 sono destinate al Friuli Venezia Giulia.

Va anche ricordato che i cinque club hanno partecipato al service distrettuale per l’acquisto 18 ecografi polmonari per i reparti Covid 19 e le pneumologie degli ospedali per una spesa di 290.000 euro. In provincia di Pordenone l’ecografo sarà consegnato in questi giorni all’ASFO – Azienda Sanitaria Friuli Occidentale, presso Area Covid 19 dell’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone. Altri ecografi saranno assegnati agli altri ospedali della Regione.

I cinque Rotary Club della provincia di Pordenone hanno poi realizzato una sovvenzione globale per dotare l’Ospedale di Pordenone e l’Area Covid “S. Maria degli Angeli”, di due sonde specifiche per ottenere immagini confrontabili con Tac e RM (utilizzabile da cardiologi, pneumologi, internisti, chirurghi vascolari), per implementare le funzioni di un ecografo di ultima generazione multidisciplinare, particolarmente utili durante la fase dell’attuale epidemia ma anche in futuro perché le immagini ecografiche possono essere interfacciate sullo stesso video con immagini Tac e RM eseguite dallo stesso paziente in precedenza.

Risulterà quindi molto utile, oltre che nella diagnosi, anche nel controllo dell’evoluzione della malattia senza costringere il paziente ed il personale a continui spostamenti in radiologia. Alla sovvenzione di 41.400 UDS hanno partecipato anche i RC di Portorose (SL), Bad Kleinkirchheim (A), Bahia Blanca Norte (ARG), il Distretto e la Rotary Foundation.

Condividi