Rugby Old, sabato 3 novembre a Pordenone la seconda edizione del “Memorial Santin”

PORDENONE – Seconda edizione per il “Memorial Giovanni Santin”, torneo di rugby “Old”, nato l’anno scorso per ricordare l’imprenditore edile Giovanni Santin, che fu negli anni Sessanta uno dei primi sostenitori del neonato rugby pordenonese. Ad idearlo è stato Paolo Quirini, colui che ha portato la pallovale in riva al Noncello, il quale ha trovato subito una spalla nei figli Romanina, Alessandra, Alessandro, Giovanna e Cristina e nell’attuale dirigenza del Pordenone Rugby.

Quando Quirini mise in piedi la prima squadretta, nel 1967, che giocava sotto l’insegna dell’Endas, il “Geometra”, come era chiamato da tutti, mise a disposizione, tra le altre cose, il seminterrato dell’hotel di famiglia in viale Delle Grazie, che fungevano da spogliatoi, mentre il campo da calcio dirimpetto, di proprietà della parrocchia di San Marco, ospitava i primi allenamenti. Il Memorial, che è stato presentato lunedì alla presenza dei rappresentanti del Coni, del Panathlon, del Rotary, di Pordenone Turismo, del Rugby Pordenone e dell’amministrazione comunale (presente l’assessore allo sport, Walter De Bortoli), si terrà sabato 3 novembre con inizio alle ore 11 ai campi da rugby di via Mantegna a Borgomeduna. Ci saranno 5 formazioni “Old” (ossia di “Vecchie Glorie”), provenienti da tutto il Triveneto, che daranno vita al torneo, mentre lo stesso faranno anche alcune squadre di minirugby. (Nella foto: il tavolo dei relatori alla conferenza stampa di lunedì 29 ottobre. Da sinistra: Giovanna Santin, Walter De Bortoli, Paolo Quirini, Dario Piccinin)

 

Condividi