Scherma Vittoria Pn, bronzo nella prima prova nazionale

PORDENONE – Si è disputata nei giorni scorsi a Treviso la prima prova Nazionale di Fioretto per le categorie Under 14. Non potevano mancare gli atleti della “Scherma Vittoria Pordenone” che anche ad un appuntamento così importante hanno centrato l’obiettivo minimo per un torneo così importante: il bronzo con Mariavittoria Berretta e altri ottimi piazzamenti.

Sabato 9 dicembre sono scesi in pedana per primi gli atleti Alberto Paoletti, Andrea Gobbo e Edoardo Lovisa, quest’ultimo in grado di ottenere un più che lusinghiero 34°posto su ben 161 atleti nella categoria maschietti (anno 2007).

Il giorno successivo vanno in scena le atlete, che nella categoria bambine (81 le atlete partecipanti, anno 2007) hanno ottenuto un fantastico 3° posto con Mariavittoria Berretta, al suo 9° podio consecutivo nelle ultime 10 gare ufficiali disputate e un ottimo 11° posto con Vittoria Riva che ha dovuto vedersela con un avversario in più, la febbre. Berretta e Riva sono state inoltre le prime, nella loro categoria, tra le atlete friulane a piazzarsi cosi in alto alla prima uscita ufficiale nazionale.

L’ultimo podio, in una gara Nazionale per un’atleta friulana, nella categoria bambine, risale a diversi anni fa, mentre è la prima volta che un’atleta pordenonese raggiunge un traguardo così importante.

Gli ottimi risultati ottenuti permettono inoltre agli atleti della “Scherma Vittoria Pordenone” di scalare il ranking nazionale che al momento vede: Berretta al 3° posto e Riva all’11° su ben 120 atlete. Ancora una volta l’ottimo lavoro svolto dai maestri Banica e Vicktorija e risultati ottenuti in pedana, ribadiscono e rafforzano quanto di buono già messo in mostra nelle prime uscite stagionali.

Prossimo appuntamento, da non perdere, sabato 16 dicembre per la seconda tappa del circuito regionale Junior under 14 di fioretto e spada che l’ Asd “Scherma Vittoria Pordenone” organizzerà insieme ad una gara promozionale per i più piccini, nel Pala Flora in via Peruzza 7, a Torre di Pordenone.

Condividi