Scuola, dal Comune 740mila euro per riqualificare gli edifici

PORDENONE – Proseguono le opere di sistemazione e riqualificazione delle scuole comunali avviate dall’Amministrazione Ciriani.

Dopo gli interventi eseguiti durante l’estate per oltre 420 mila euro, il Comune entro fine anno aprirà altri cantieri per completare alcuni lavori e avviarne nuovi, per un ulteriore investimento di 316 mila euro. Le operazioni si svolgeranno nei fine settimana o comunque in modo da non interferire con l’attività didattica.

I nuovi interventi sono resi possibili anche grazie alla manovra di bilancio appena varata con cui la giunta ha liberato nuove risorse sia per l’edilizia scolastica sia per l’offerta formativa, l’assistenza scolastica e extrascolastica, il trasporto dei disabili.

«Stiamo mantenendo gli impegni realizzando per le scuole interventi sistematici – commenta il sindaco Alessandro Ciriani con Alessandro Basso (delegato all’istruzione) e Walter De Bortoli (assessore ai lavori pubblici) – e stiamo investendo quelle risorse in servizi e manutenzioni che sono mancate negli anni precedenti. Continueremo anno dopo anno affinchè gli standard delle nostre scuole aumentino progressivamente, colmando il gap e i problemi causati dall’incuria del passato”.

“In un anno e mezzo – aggiunge il sindaco – abbiamo già stanziato per manutenzioni e arredi scolastici 1.787.633 mila euro, di cui una parte già impiegati appunto per questi lavori, e molti altri ne stanzieremo. E’ in proporzione una cifra enormemente superiore agli stanziamenti effettuati in cinque anni da chi ci ha preceduti. Questi numeri indicano che per noi la scuola è un’autentica priorità e segnano un abisso tra il nostro impegno e quello di chi governava prima. Tutto questo solo in merito alle manutenzioni, ma lo stesso discorso vale per il sostegno alla didattica e ai servizi scolastici e a nuove misure, come il Quoziente Pordenone, introdotte per aiutare le famiglie» conclude Ciriani.

I lavori estivi hanno riguardato diversi interventi. Le manutenzioni ordinarie (interventi idraulici, impiantistici, falegnameria, ecc) sono state effettuate sulle scuole comunali di ogni ordine e grado, per un totale di circa 91 mila euro (materne € 20.000, nidi 9.700, primarie 36.000, medie 25.000). Molte anche le manutenzioni straordinarie. Tra le più significative e attese va annoverato il rifacimento dell’impianto di riscaldamento della materna di via Fiamme Gialle (€ 100.000) e le ritinteggiature interne delle primarie Collodi, Lombardo Radice, Narvesa (35.000) che non venivano eseguite da decenni.

Tra i cantieri che apriranno ci saranno quelli per sostituire i serramenti alla scuola media Pasolini (primo lotto) e alla materna di via Cappuccini dove verranno effettuate anche le ritinteggiature esterne. Alla Lozer verrà completata l’impermeabilizzazione della copertura di uno dei tre blocchi dell’edificio e altri lavori di manutenzione. Lavori in vista anche in via Fiamme Gialle per la ripavimentazione di un piano. Sistemazioni anche alla De Amicis e manutenzioni varie in diverse materne.

Sono 4500 gli alunni iscritti alle 26 scuole comunali della città. Due sono nidi, mentre le altre 24, dalle materne alle medie (le superiori sono invece di competenza Uti) sono suddivise in 4 istituti comprensivi: Rorai-Cappuccini, Pordenone sud, Torre, Pordenone centro. In dettaglio, ai nidi sono iscritti 92 bambini, 766 alle materne, 2280 alunni alle primarie e 1380 alle medie. Il Comune eroga il servizio mensa a 22 istituti (8 materne, 12 primarie e 2 medie) e il trasporto scolastico a 330 studenti. Gli scuolabus portano bambini e ragazzi in 15 scuole, tra cui 4 materne statali e una privata, 7 elementari e 3 medie.

Condividi