“Sono uscito per andare a comprare hashish”, fermato un giovane

PORDENONE – “Sono uscito per andare a comprare Hashish”. È stata questa la motivazione fornita da un giovane fermato in sella al suo velocipede dagli agenti della Polizia Locale di Pordenone-Cordenons.

Nella sola giornata infrasettimanale di martedì 7 aprile, sono state ben otto le sanzioni comminate ad altrettante persone da parte del personale della Polizia locale, per aver violato le disposizioni in materia di contenimento della diffusione del COVID19.

Proprio durante uno di questi controlli, un ragazzo aveva attirato l’attenzione degli Agenti in quanto, in sella alla sua bicicletta, procedeva in maniera incerta.

Fermato per un controllo il giovane si è giustificato dicendo che stava andando ad acquistare dell’Hashish e spontaneamente consegnava ai poliziotti locali un involucro contenente il materiale dichiarato. Veniva sanzionato ai sensi dell’art. 75 DPR 309/90 e la sostanza stupefacente posta sotto sequestro amministrativo, inoltre veniva multato per il non rispetto delle norme di contenimento del Covid19.

Oltre alle classiche motivazioni inerenti passeggiate, attività fisica, acquisto di sigarette e a quella sopra citata, particolari e degne di una semi-citazione del titolo di un famoso film, sono le dichiarazioni fornite da un altro giovane pordenonese: “Necessitavo di uscire di casa per aver contatti umani e mantenere la mia omeostasi, cioè il mio equilibrio psico-fisico.” Anche per lui e per altri sei soggetti è scattata la sanzione.

Dal Comando di Polizia locale e dalle parole dell’assessore Loperfido, si ricorda che solo stando uniti “virtualmente” e contribuendo ognuno nel suo piccolo, potremo sconfiggere questo nemico invisibile contro il quale l’unica arma che abbiamo al momento è il rispetto verso gli altri, prestando attenzione ad ogni azione che poniamo in essere.

Condividi