Superbonus, siglati accordi tra CA FriulAdria e principali Confidi NordEst

PORDENONE – I principali consorzi di garanzia fidi del Veneto hanno siglato un nuovo accordo con Crédit Agricole FriulAdria per agevolare le imprese nell’accesso al credito.

La convenzione siglata con la Banca da Sviluppo Artigiano, Consorzio Veneto Garanzie, Fidi Nordest, Fidi Impresa e Turismo, Cofidi Veneziano, Confidi Friuli, Confidi Imprese Friuli Venezia Giulia e Confidi della Venezia Giulia riguarda nello specifico il Superbonus, la misura che consente a chi esegue una ristrutturazione di contare su una detrazione del 110% delle spese sostenute per gli interventi che migliorano l’efficienza energetica degli edifici e che riducono il rischio sismico.

L’accordo prevede, da parte dei Confidi, una garanzia almeno all’80% sugli affidamenti di cantiere che la Banca concederà alle imprese. La durata del finanziamento è di 12 mesi.

Per rendere ancora più efficace il “fido di cantiere” Crédit Agricole FriulAdria ha istituito un plafond di 100 milioni di euro ed attivato una fitta rete di accordi, oltre che con i Confidi, anche con le associazioni di categoria, come la partnership con Ance a livello nazionale.

Nelle scorse settimane, inoltre, gli esperti di Crédit Agricole FriulAdria hanno partecipato agli incontri formativi organizzati da alcune associazioni di categoria e Confidi ad esse collegati per illustrare le modalità operative sia agli associati sia ai dipendenti delle singole realtà, in particolare per quel che riguarda la cessione del credito fiscale e l’utilizzo della piattaforma di asseverazione. Altri incontri sono in fase di preparazione.

I “fidi di cantiere” potranno anche essere utilizzati, tra le altre cose, per l’acquisto di isolanti, pannelli fotovoltaici, caldaie e altro ancora, ovvero quei componenti che l’azienda deve acquistare per effettuare i lavori di ristrutturazione finalizzati ad accrescere di due livelli la classe energetica dell’immobile e accedere alle agevolazioni nel settore edilizio.

Condividi