Tredicenne in coma etilico, scaricata e lasciata lì dagli amici

PORDENONE – Si tinge di giallo la vicenda della 13enne trovata in coma etilico il 2 giugno nel parchetto di via Bertossi, a Pordenone.

I filmati acquisiti dalla polizia municipale e già trasferiti alla polizia di Stato per le indagini del caso, mostrerebbero che nel parchetto, nel pomeriggio della festa della Repubblica, non c’è stata alcuna festa.

La ragazzina, giunta in un secondo momento in ospedale in coma etilico, non si sarebbe, quindi, ubriacata là, ma sarebbe stata lasciata in quel luogo, da chi era con lei e, con ogni probabilità, temeva conseguenze sul piano personale.

A portarla nel parco tra via Bertossi e via Brusafiera, sarebbero stati alcuni amici che, dopo averla fatta sedere su una panchina, se la sarebbero data a gambe levate.

Lasciandola, però, lì invece che accompagnarla in ospedale, avrebbero messo in pericolo la sua vita.

L’intera vicenda è al vaglio della polizia che, oltre ad assumere le prove deelle telecamere, dovranno capire quali sostanze la ragazzina avesse assunto.

Attualmente, non risultano indagati per omissione di soccorso.

Condividi