“Un grande cuore per la tua città”, campagna Ascom per sostenere il terziario

PORDENONE – “Un grande cuore per la tua città. A Natale sosteniamo il commercio di Pordenone e della sua provincia.” E’ lo slogan scelto per la campagna promozionale di Ascom-Confcommercio locale per le festività natalizie con l’obiettivo di aiutare economicamente negozi, botteghe, bar, ristoranti e tutte le attività commerciali – già duramente colpiti dalla pandemia – nei comuni del Friuli occidentale. Un progetto che va di pari passo con quello avviato dalla Confederazione nazionale dal titolo “Compro sotto casa perché mi sento a casa – Confcommercio c’è” e che ha il pieno sostegno e il patrocinio concesso dai comuni delle cinque aree mandamentali: Pordenone, Maniago, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo.

Per il numero uno dell’Associazione provinciale di categoria, Alberto Marchiori, sarà un Natale difficile anche dal punto di vista economico. «La crisi rallenta i consumi e l’emergenza Covid obbliga ancora molte imprese a restare chiuse come quelle della ristorazione. Ma c’è tanta voglia di ripartire che va incoraggiata. Per questo vogliamo essere ancora più vicini e solidali con i nostri imprenditori che sono in prima linea.

Siamo convinti che questa campagna di sensibilizzazione, rivolta alle nostre comunità, possa fare la differenza in questo difficile momento». Gli fa eco il responsabile mandamentale di Pordenone Aldo Biscontin: «Dobbiamo consentire ai nostri imprenditori di continuare a tenere le luci accese che sono l’anima e l’identità delle città. Ancora di più dobbiamo far valere le tante professionalità di un tessuto mercantile costruito, grazie anche ai nostri dipendenti e collaboratori, a poco a poco ma reso nel tempo solido e integrato al modello economico provinciale».

Sulla stessa linea anche Flavio Rosolen dell’Ascom di Maniago che ribadisce: «Acquistare nei negozi di quartiere, nei centri storici naturali e nei paesi, è un gesto di amore e di solidarietà verso le comunità locali e tutti i lavoratori che sono il vero patrimonio identificativo di un territorio». A dimostrazione di ciò Maniago, in questo anno difficile, ha sviluppato iniziative di successo come quella conclusasi recentemente (Vinci con lo shopping nelle botteghe di Maniago e dintorni) con oltre 110 attività commerciali e di pubblico esercizio, incluse anche nell’area montana, che insieme hanno fatto sistema per incentivare gli acquisti nei negozi di vicinato.

C’è poi la testimonianza di Fabio Pillon, responsabile per l’area di San Vito al Tagliamento, che sottolinea come le botteghe tradizionali conservino ancora quel modo di fare acquisti dove «la merce si guarda, si tocca, si prova. Un luogo dove il cliente riceve consigli, opinioni, sorrisi e relazioni. Da noi, le quattro chiacchiere sono un vero e proprio intrattenimento sociale. Per questo vi dico venite a spendere nelle nostre botteghe, è come sentirsi a casa». Anche per i coordinatori Ascom dei mandamenti di Sacile Carlo Lenarduzzi e di Spilimbergo Paolo Rosset questa iniziativa deve dare «impulso e incoraggiare gli acquisti per non far morire le nostre città».

Ora il via alla campagna promozionale sull’intero territorio che sarà visibile, a partire dall’8 dicembre, sui canali social, media locali, affissioni su aree pubbliche di manifesti e locandine da esporre sulle vetrine; nonché video e due camion vela che saranno operativi nei comuni extra mandamenti.

Condividi