Unindustria presenta corsi laurea in banca e finanza

PORDENONE – Sono stati presentati in Confindustria Alto Adriatico, nel corso di una conferenza stampa congiunta, i corsi di laurea in Banca e Finanza attivati all’inizio del 2020 dal Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine nel Centro Polifunzionale di Pordenone, offerta didattica che rappresenta l’eccellenza dell’alta formazione proposta dall’Ateneo friulano e che coinvolge i migliori specialisti universitari in materie finanziarie e bancarie.

Il Presidente di Confindustria Alto Adriatico, Michelangelo Agrusti, ha ringraziato Cristiana Compagno, docente di economia e gestione delle imprese e già Magnifico Rettore dell’Università di Udine «che ha avuto l’umiltà e il desiderio di ingaggiarsi in questa nuova avventura offrendoci un significativo contributo di competenza.

Riteniamo il corso strategico perché ci consentirà di produrre capitale umano indispensabile, c’è assoluto bisogno di figure professionalmente dotate stante l’importanza della finanza per le nostre imprese. Parallelamente alle attività del corso – ha aggiunto il Presidente – saranno promossi eventi aperti al territorio provinciale riguardanti le tematiche oggetto dell’insegnamento con personalità di rilievo nazionale e internazionale che fertilizzeranno di conoscenza quanti vorranno avvicinarsi a questi argomenti».

Secondo Agrusti questa iniziativa si inserisce perfettamente nel Sistema Pordenone, un modello ideato da Confindustria costituito da centri di alta formazione».

Per il Vicepresidente di Confindustria Alto Adriatico, Paolo Candotti, il corso «ben si coniuga con le esigenze scaturite dalla crisi economica, si inserisce in un portato preciso, una delle lezioni imparate da noi e dagli imprenditori – ha detto – è che la corretta gestione della finanza e del rapporto col sistema il più delle volte può prevenire situazioni emergenziali o concorrere alla loro migliore gestione».

L’obiettivo del corso è formare profili professionali esperti in dinamiche finanziarie in grado di padroneggiare in maniera sicura e decisa tecniche e strumenti finanziari, capaci di supportare le imprese nello sviluppo di strategie complesse di crescita e internazionalizzazione.

Gli studenti, è stato detto, diventano esperti di finanza internazionale, di risk management, nonché di operazioni di finanza straordinaria quali, ad esempio, le operazioni merger & acquisition. Banca e Finanza rappresenta un’offerta unica nel Nordest perché a Pordenone gli studenti vivono non solo un’esperienza di apprendimento ma di formazione e crescita personale, una vera e propria start-up nell’ambito dell’alta formazione il cui successo è confermato da numeri eloquenti.

Nei primi tre anni di attività del progetto Banca e Finanza circa 300 studenti hanno scelto di studiare a Pordenone. Di essi oltre il 50% proviene da fuori regione. In questo senso, un punto di forza che pone l’offerta di Banca e Finanza a livello delle migliori Business School è la costante presenza di eventi, conferenze e seminari con protagonisti ospiti di assoluto rilievo.

L’offerta didattica viene infatti sistematicamente rafforzata dagli interventi in aula di massimi esperti nazionali ed internazionali su temi legati non solo alla finanza ed all’economia, ma anche su importanti ed attuali temi sociopolitici. In questi mesi, le aule di Pordenone hanno ospitato personalità come Stefano Paleari, commissario Alitalia, Cesare Bisoni, Presidente Unicredit Group e Cristiano Borean, CFO del Gruppo Assicurazioni Generali.

Condividi