Violenza sulle donne, recital intenso con storie vere

PORDENONE – Successo pieno per il recital “Maschile-Femminile. Nutrire il rispetto”, che ha richiamato il grande pubblico nel teatro Concordia di via interna.

Le storie vere raccolte in due anni di lavoro dal gruppo donne della Federazione pensionati della Cisl e trasformate in spettacolo di prosa, canto e danza dimostrano il coraggio di coloro che sono riusciti a raccontarsi e la grande bravura di coloro che hanno saputo raccogliere queste testimonianze e portarle in scena trasformandole in forti emozioni e in un messaggio complessivo contro la violenza, le discriminazioni e le sopraffazioni nei confronti delle categorie più esposte, in particolare le donne.

L’iniziativa, appoggiata con convinzione dall’assessorato comunale alle Pari Opportunità e dal Circolo della stampa di Pordenone, è stata concretata in chiusura della serie di iniziative avviate all’inizio del novembre scorso, ispirate alla Giornata mondiale conto la violenza sulle donne.

E all’indomani sono arrivate le richieste di “esportare” il recital fuori provincia.

Dunque, soddisfazione per coloro che l’hanno voluta fortemente: Giovanna Barbieri, della Fnp Cisl e dai suoi collaboratori, l’assessora Guglielmina Cucci, il presidente dei giornalisti pordenonesi Pietro Angelillo.

Una soddisfazione condivisa con i protagonisti, premiati da una standing ovation, tutti molto professionali, dell’originale messa in scena: gli attori della compagnia Nuda Scena, i ballerini della Compagnia Oltre l’invisibile, il coro di Marianna Palillo, la coreografa Lorella Ideari.

E, non ultimi, il regista Marco Sorzio e la responsabile della progettazione e del coordinamento Nadia Sinicco, entrambi autori dei testi.

Condividi