Zona 30 nel quartiere di via delle Caserme

PORDENONE – Creare ambienti stradali confortevoli, in cui viene favorita la mobilità ciclo-pedonale riducendo il rischio di incidenti; contribuire alla trasformazione del proprio quartiere sia come residenti che come fruitori della scuola partecipando agli incontri di progettazione condivisa proposti dal Comune; creare un senso di appartenenza al quartiere contribuendo alla sua valorizzazione: questi sono alcuni dei capisaldi del progetto finalizzato all’istituzione della zona 30 denominata Tutta la “M” (vie Julia, Autiere) e mezza “O” (zona est di via Nicoletta).

Questo è il nome del progetto che era stato candidato nel 2015 al bando regionale in attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale 4° e 5° programma, e promosso nel 2016 dalla competente commissione che ha ufficializzato il finanziamento di € 139.800 a fronte di un importo complessivo di € 233.000.

L’8 febbraio di quest’anno è stato approvato il progetto definitivo/esecutivo che prevede la realizzazione di una serie di interventi che hanno fra le priorità la moderazione del traffico e la difesa dell’utenza debole.

Le procedure della gara d’appalto per assegnare i lavori sono in fase d’avvio ed una volta individuata la ditta esecutrice inizieranno i lavori che saranno conclusi entro la fine dell’anno in corso.
Questi gli interventi in programma. Tra via delle Caserme e via Fiamme Gialle verrà creato un incrocio rialzato per rallentare il transito dei veicoli e per mettere in sicurezza il collegamento pedonale tra la zona residenziale ad est e le scuole ad ovest.

Verrà creata una rotonda all’incrocio tra via delle Caserme e via del Carabiniere in posizione decentrata rispetto alla traiettoria su via delle Caserme. Questa soluzione costringerà gli utenti della strada ad affrontare con una velocità moderata gli incroci successivi di via dell’Aviere e viale Grigoletti.

Un altro incrocio rialzato caratterizzerà l’intersezione tra via dell’Aviere e via dell’Autiere. Sarà importante e significativa anche la messa in sicurezza degli incroci di via dell’Autiere con via Fiamme Gialle e di via dell’Autiere con via Ariete grazie al restringimento delle intersezioni operato avanzando i marciapiedi. Lungo tutti i percorsi pedonali saranno installati, in via sperimentale, dei paletti dissuasori flessibili anti trauma.

E infine saranno istituite tre zone residenziali con limite 20 km/h, conformi al Codice della strada, a tutela delle utenze deboli e dei luoghi di ritrovo: presso la chiesa e la bocciofila; in prossimità della scuola di via Fiamme Gialle e presso la scuola Lombardo Radice.

Condividi