Bcc Pn e Monsile, 10 milioni per turismo Fvg e Veneto

AZZANO DECIMO MONASTIER – Bcc Pordenonese e Monsile, aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, in collaborazione con Fidi Impresa & Turismo Veneto ha attivato uno speciale plafond del valore di 10 milioni di euro, a condizioni agevolate e iter semplificato, per sostenere i settori maggiormente colpiti dalla crisi che ha coinvolto in particolare il comparto turistico, commerciale, pubblici esercizi e servizi.

L’iniziativa riguarderà le aziende attive nelle Province di Pordenone, Treviso e Venezia che potranno usufruire di finanziamenti supportati con garanzie di prima istanza con una copertura da un minimo dell’80% ad un massimo del 100% degli importi deliberati. I prestiti avranno una durata massima di 72 mesi e godranno delle agevolazioni previste dal Decreto Liquidità che prevedono una garanzia massima da parte dello stato fino al 100% dell’importo complessivo.

L’operazione si inquadra nel più ampio piano di sostegno al settore turistico e dei servizi dei territori presidiati da BCC Pordenonese e Monsile, che ha già visto lo scorso 22 giugno l’ampliamento della filiale di Jesolo, inaugurata nel luglio del 2018, e oggi dotata di nuovi uffici che coprono una superficie totale di 150 mq, con 3 professionisti a disposizione degli imprenditori e dei commercianti locali che offrono servizi di consulenza personalizzati in base alle diverse esigenze.

“Dopo l’ampliamento e il potenziamento della nostra filiale di Jesolo, prosegue il piano di sostegno di BCC Pordenonese e Monsile verso quei territori a particolare vocazione turistica con interventi che mirano a rilanciare una fetta importante delle micro-piccole e grandi imprese fortemente colpite dalla chiusura imposta dal lockdown – ha sottolineato il Vice Direttore Generale di BCC Pordenonese e Monsile Moreno Favaretto. “In questi mesi abbiamo intrapreso un confronto costante con i soci e i clienti che si recano quotidianamente presso le nostre filiali.

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di tutelare tutti, dal piccolo risparmiatore che intende salvaguardare il proprio conto corrente, alla grande impresa che necessita di consulenze specializzate per individuare i migliori strumenti per investire nel futuro. Con i 10 milioni stanziati attraverso il plafond, intendiamo dunque ridare slancio al settore turistico e dei servizi, consapevoli della forza e dello spirito di adattamento di cui sono dotate le imprese del Nord Est”.

Il Direttore Generale di BCC Pordenonese e Monsile Gianfranco Pilosio ha dichiarato: “Ritengo che il compito di una banca di credito cooperativo sia sempre quello di sostenere le imprese del proprio territorio, soprattutto nei periodi di difficoltà. Abbiamo dunque deciso, insieme a Fidi Impresa & Turismo Veneto, di accompagnare le aziende delle Province di Pordenone, Treviso e Venezia in questa delicata fase di ripartenza.

Il comparto turistico e dei servizi del Veneto e del Friuli Venezia Giulia necessita di misure a sostegno della liquidità per affrontare al meglio la stagione estiva, in cui speriamo si possa recuperare parte di quel flusso turistico fondamentale per il tessuto economico-imprenditoriale delle due Regioni”.

Massimo Zanon, Presidente di Fidi Impresa & Turismo Veneto ha commentato: “Abbiamo fin dall’inizio della pandemia subito ricercato con il sistema bancario locale di attivare percorsi agevolati per le nostre imprese prima ancora che venissero emanati i provvedimenti governativi del Decreto Liquidità.

BCC Pordenonese e Monsile si è da subito proposta come partner per trovare le migliori soluzioni di finanziamento per il comparto turistico. Questo nuovo plafond di 10 Milioni per nuovi affidamenti fino a 6 anni dà seguito e rafforza la collaborazione e, grazie alla nostra garanzia tra l’80 ed il 100% del finanziamento, consente alle imprese di poter ottenere condizioni particolarmente favorevoli”.

Condividi