Bergonzoni con “Trascendi e sali” il 25 marzo ad Azzano Decimo

AZZANO DECIMO – Prosegue la stagione di prosa del Teatro Mascherini di Azzano, promossa dall’Amministrazione Comunale con la nuova e attesissima produzione di Alessandro Bergonzoni “Trascendi e sali”.

Un’occasione imperdibile per lasciarsi contaminare dalla meravigliosa follia di uno degli artisti più originali della scena contemporanea, attore, autore teatrale, performer dell’illogico e del non senso, sperimentatore ed investigatore del vocabolo.

L’esplorazione linguistica e l’assurdo come mondo comico sono le chiavi di lettura attraverso le quali ancora una volta l’artista ci guida nella sua dimensione stravagante fatto di giochi di parole con un ritmo che non dà tregua allo spettatore.

Certamente quando Bergonzoni scrive, allestisce ed interpreta il suo quindicesimo testo la domanda che nasce spontanea non può che essere: “Dove ci porterà stavolta la sua personalissima, esilarante e poetica scrittura?”.

Sicuramente in un territorio dove concetti e definizioni si perdono; dove il dove il linguaggio, la lingua italiana va oltre il senso, oltre l’idea che la parola sia solo un suono con un significato.

E cercare di raccontare o descrivere questo delicatissimo momento creativo di Bergonzoni può essere ardua impresa in quanto solo e solamente lui può guidare il suo pubblico verso una meta che in realtà può essere proprio la realtà. O meglio quella realtà che solo gli artisti possono definire e modificare rispetto alla loro immaginazione, al loro genio, alla loro ispirazione.

E in una scena da lui costruita e con una regia divisa con Riccardo Rodolfi intraprenderà un percorso arduo per scoprire se le immagini reali di questi anni possono essere modificate con la forza dell’arte.

Evento tutto esaurito. Eventuali disponibilità biglietti dalle ore 20.00 alle 20.45 presso il Teatro Mascherini

Info: 0434.636720 – 0434.423842
web: www.teatromascherini.it

Condividi