“Donne nella grande guerra”, lettura scenica il 22 marzo

PORCIA – Venerdì 22 marzo, alle 18.00, al Casello di Guardia per il terzo appuntamento della rassegna Donne protagoniste verrà proposta la Lettura scenica “Donne nella grande guerra”, nata dalla collaborazione di tre giovani artiste triestine, l’attrice Sara Cechet Woodcock, l’arpista Elisa Manzutto ed il soprano Elisabetta Vegliach. Introduzione di Franca Benvenuti, curatrice della rassegna.

L’incontro è realizzato con la collaborazione dell’associazione In prima persona – uomini contro la violenza sulle donne e il Circolo della cultura e delle arti di Pordenone.

La figura della donna al tempo della Grande Guerra è spesso legata allo stereotipo della crocerossina, consacrata dalla letteratura nel romanzo Addio alle armi di Ernest Hemingway, o della spia femminile più famosa di tutti i tempi, Matha Hari mitizzata dal cinema. Nella realtà le donne in quegli anni drammatici iniziarono il loro lungo e faticoso cammino di emancipazione svolgendo ruoli di vitale importanza anche nei posti di lavoro lasciati liberi dagli uomini impegnati al fronte.

Sara Cechet Woodcock ci farà scoprire storie di donne il cui cammino fu segnato dalla brutalità della prima guerra mondiale, molte delle quali subirono sulla loro pelle storie drammatiche di violenza. Le note della musica, affidate all’arpista Elisa Manzutto e al canto del soprano Elisabetta Vegliach, accompagneranno il racconto con una proposta di pezzi incentrati sulla figura femminile nella letteratura musicale tradizionale irlandese.

Parola, canto e musica, fondendosi in un originale unicum, ci faranno scoprire la forza che ogni donna serba in sé con la capacità di sopravvivere e reinventarsi soprattutto nei momenti più bui della storia.

Franca Benvenuti

Condividi