Nuove prospettive imprenditoriali a Maniago. Incontri a tema per le aziende

MANIAGO – Come far lavorare bene dipendenti di diverse generazioni? E come fare quando chi assegna compiti e priorità è il più giovane di tutti o quando alla guida dell’azienda c’è una giovane donna? Come trasferire il know-how ai figli imprenditori, senza rischiare di bloccarli e tenerli fermi alle abitudini del passato?

“Abbiamo sempre fatto così” è ancora sinonimo di sicurezza e qualità? Su queste e su tantissime altre domande spontanee, poste dagli imprenditori del territorio, si lavorerà per cercare delle risposte nei 7 incontri di “NIP Evolution”, il progetto promosso dal Consorzio e che è in programma dal 16 gennaio del prossimo anno e per tutti i secondi martedì dei mesi successivi fino a luglio (13 febbraio, 13 marzo, 10 aprile, 08 maggio, 12 giugno, 10 luglio), presso il NIP – Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone in via Venezia, 18/D.

La ricetta che si vuole presentare con NIP Evolution è la necessità di creare un momento di confronto e accrescimento tra imprenditori del territorio. Conoscendosi, confrontandosi, facendo rete, sostenendosi a vicenda, scambiando esperienze e buone pratiche le aziende potranno trovare risposte su misura per loro e muoversi meglio nel mare magnum della complessità odierna.

Promotore dell’iniziativa è il NIP, il Consorzio Industriale che gestisce le zone industriali di Erto e Casso, Maniago, Meduno, Montereale, Pinedo e che ambisce a diventare per le aziende del territorio un punto di riferimento dove gli imprenditori possono trovare anche strumenti concreti a supporto del business, dello sviluppo e del rafforzamento imprenditoriale.

Due sono i partner che NIP ha deciso di coinvolgere nello sviluppo del progetto: Gemeaz-Elior (società del Gruppo Elior, leader nella ristorazione collettiva, che gestisce il servizio di ristorazione nel Centro Servizi di Maniago) e Mod-o (gruppo multidisciplinare dinamico e innovativo che si occupa di design, formazione, coworking e comunicazione).

NIP Evolution prenderà forma in un percorso di incontri “per gli imprenditori con gli imprenditori”, guidati da Gianni Barbon di Mod-o, in una modalità di co-creazione, dove in ogni incontro verranno definiti gli obiettivi e le modalità del successivo e saranno trovati insieme gli strumenti “pronti all’uso” per fronteggiare il mercato e nuovi scenari. Così facendo, si otterrà un “kit dell’imprenditore”, un “menu” fatto di tante portate, speciali e uniche come lo sono le persone e i business coinvolti, da servire alla tavola del proprio ambiente.

Il menu, quello da gustare con vere pietanze, verrà preparato da Gemeaz-Elior al termine di ogni incontro, per fare rete e costruire relazioni anche attraverso la convivialità, l’accoglienza e il gusto.
Sono già più di venti le imprese che, nell’appuntamento numero zero, cioè di presentazione del progetto (che si è tenuto il 12 dicembre presso la Sala Convegni del Consorzio NIP), hanno espresso adesione all’iniziativa e riferito bisogni e necessità concreti come quelli di trovare “ponti” tra istituzioni e imprenditoria, linguaggi per poter esprimere il valore del proprio prodotto e ricevere il giusto riconoscimento, necessità di avere strumenti concreti e innovativi.

“Nell’ottica della riorganizzazione del Consorzio NIP – dichiara il Presidente, Stefano Dametto – le attività e i progetti nuovi che stiamo implementando nascono sempre dal confronto costante con le imprese. Stiamo costruendo rapporti e relazioni intense con le aziende, che lentamente cominciano a manifestarci i principali bisogni. La necessità di confrontarsi e conoscersi tra colleghi imprenditori è proprio il bisogno che sta alla base del Progetto Evolution. Il mondo sta cambiando, sempre più velocemente, e le nostre aziende del territorio hanno, da sempre, saputo manifestare grande resilienza. Ecco, NIP Evolution vuole enfatizzare proprio questa capacità”.

“Siamo onorati – afferma l’Amministratore Delegato di Gemeaz-Elior, Rosario Ambrosino – di far parte di questa squadra di lavoro. L’iniziativa del NIP di Maniago rappresenta una buona pratica locale che può essere condivisa a livello nazionale. Esattamente come siamo abituati a lavorare: valorizzare i patrimoni del territorio, ascoltare i nostri clienti e i loro bisogni specifici per condividere le migliori esperienze e coinvolgerli su progetti più ampi”.

“Partendo dal presupposto che la condivisione è il motore per il cambiamento – sostiene il co-fondatore di Mod-o, Gianni Barbon – e che far crescere le persone è lo scopo sociale di un’organizzazione, ci proponiamo di attivare assieme a NIP un progetto di condivisione e di coesione che sia percepito come una svolta importante. Il percorso formativo può sostenere un progetto a lungo termine, proprio come un piano di sviluppo territoriale, composto da fasi che portano valore alle persone in ogni singolo passaggio e restituiscono valore alla collettività”.

Condividi